10 Idee per una New York alternativa
DESTINAZIONI NORD AMERICA USA

10 Idee per una New York alternativa

New York, la città che non dorme mai.… e che si evolve continuamente, con un skyline in velocissimo cambiamento! Tanti sono i nuovi grattacieli in costruzione nella Grande Mela, a partire dalla una delle zone simbolo della nuova New York, il One World Trade Center. Noi nel 2010 l’abbiamo visto così:

423591_4527285309766_217579347_n

Un enorme cantiere, la terra ferita, il lavoro alacre, il volto della città sfregiato. Ma dopo appena 4 anni già la zona era irriconoscibile…

schermata-2016-11-14-a-11-47-51

La nuovissima Freedom Tower si stagliava davanti a noi fiera della sua altezza e della sua rapidissima costruzione, l’orgoglio della rinascita in acciaio e vetro! Purtroppo quando siamo stati qui (dicembre 2014) non si poteva ancora entrare, l’Osservatorio avrebbe aperto a maggio 2015.

Per questo, a chiunque visiti la Grande Mela per la prima volta ma cerchi destinazioni diverse dagli ormai celebri Empire, Central Park o Moma, o per chi torna con piacere per la seconda o terza volta… vorrei suggerire 10 idee per scoprire una New York City, anche se non sconosciuta, sicuramente diversa! Proprio a partire dal nuovo Osservatorio…

1. One World Observatory.

Con i suoi 541 m è l’edificio più alto dell’emisfero occidentale. Dall’Osservatorio si vede tutta NY con i suoi grattacieli più importanti, e in più si riesce a dare anche un’occhiatina anche al New Jersey! I bambini fino a 5 anni entrano gratuitamente.

schermata-2016-11-14-a-11-59-48

2. La High Line.

Una originalissima attrazione della City, il “parco lineare” Highline, realizzato sulla sezione in disuso della West Side Line, una ferrovia abbandonata. La Highline permette di passeggiare gratuitamente fino al quartiere di  Chelsea su un percorso sopraelevato tra i caratteristici palazzi in mattoni rossi e scalette antincendio. Un percorso unico, che offre una prospettiva diversa sulla città!

schermata-2016-11-14-a-12-22-57

3. “Life Underground”.

Si tratta di decine di simpaticissime sculture che potete scovare nella stazione della metropolitana tra la 14esima e la 8th Avenue. Le piccole creature in bronzo sono un’opera dell’artista Tom Otterness (che ha lasciato il suo zampino anche nell’aeroporto di Doha) e… trovarle tutte sarà una sfida, a qualsiasi età!

schermata-2016-11-14-a-12-25-56

4. La Grande Mela all’alba.

Avete mai provato l’atmosfera unica di una metropoli deserta e sileziosa? Vi piacerebbe salire sull’Empire State Building in pochi minuti? Per spettacoli del genere non occorre essere maghi ma …farsi aiutare dal fuso orario ed essere in piedi prima che sorga il sole! In inverno è ancora più facile: l’Osservatorio apre alle 7.30 e in un attimo sarete all’86° piano, incantati da una limpida vista su Manhattan, tra le luci ancora basse del mattino e pochissima gente! Sarà una vera sorpresa proseguire per la visita della città con le strade deserte. La “Grande Mela” come non l’avete mai vista!

schermata-2016-11-14-a-12-14-24

5. L’Intrepid Sea, Air and Space Museum.

Inserito da non molto anche nel NY Pass, è un affascinante museo di storia marittima e militare che si trova all’interno di una portaerei, e include una serie di navi museo, aerei, un sottomarino, uno space shuttle e perfino in celebre aereo Concorde! Un trucco: arrivate all’apertura e visitate immediatamente il sottomarino. Eviterete lunghissime code!

schermata-2016-11-14-a-12-19-04

6. La teleferica per Roosevelt Island (Roosevelt Island Aerial Tram).

Solo 8 minuti da Manhattan, ma anni luce dal caos. La teleferica vi porterà in una città nella città, sull’East River, tranquilla e poco turistica, ma con una vista unica sullo skyline dalla città. Ma la parte che ci ha emozionato di più è stata la discesa sui grattacieli: è uno spettacolo mai visto prima! Potete arrivare con la metropolitana (linea F) e al ritorno prendere la funivia. Partenze ogni 15 minuti, arrivo a Manhattan Tram plaza. Tutto incluso nella Metrocard!

schermata-2016-11-14-a-12-12-31

7. Una colazione da Eisenberg’s.

Non fatevi catturare da cappuccini e brioche: siete negli USA, quindi non potete perdervi l’americanissimo Eisenberg’s, nel Flatiron District! La perfetta colazione americana, abbondante, cucinata in modo genuino, gustosissima ed economica, in un locale caratteristico e dal personale molto cortese. Imperdibile anche solo per l’atmosferà retrò, poco chic ma… molto autentico. Io ho scelto la colazione I want it all, che comprendeva uova strapazzate, bacon, pancakes e caffè. Eccezionale!

schermata-2016-11-14-a-12-42-55

8. La location di “C’era una volta in America”.

Forse non avete mai notato la locandina di questo storico film del 1984 di Sergio Leone, ma lo scorcio è comunque imperdibile. Qui è stata girata una delle scene più belle del film, con un ponte che si intravede tra due file di palazzi in mattoni rossi. Come trovarlo? Dovrete andare a Brooklyn, all’incrocio tra Water Street e Washington Street (fermata della metro High Street).

9. Il Brooklyn Bridge Park.

Il Parco in sè stesso non offre nulla di speciale. Ma è una delle location migliori per fotografare lo skyline di Manhattan: se sarete qui prima del tramonto, le vostre foto saranno da urlo!!! Come arrivare: fermata Clark Street della metro Rossa (linea 3).

schermata-2016-11-14-a-11-58-42

10. Un Hamburger da The Spotted Pig (West Village).

In tanti vi consiglieranno dove assaggiare “il miglior hamburger di New York”. Il nostro consiglio è quello di evitare i vari fast food, anche i più celebri, e prendetevi piuttosto il tempo per raggiungere questo indirizzo: 314 W 11th Street – Greenwich Street, un quartiere residenziale che da solo merita una visita. Vi chiediamo anche di aspettare: probabilmente ci sarà la coda per avere un tavolo… ma vi assicuriamo che ne vale la pena! Il locale è carinissimo e curato, l’atmosfera deliziosa e l’hamburger con Roquefort, accompagnato da patatine a fiammifero, assolutamente unico!

Ecco qualche idea per scoprire una New York inconsueta ma affascinante. Sicuramente in alcuni di questi posti troverete meno turisti, e per questo li consigliamo a chi vuole vedere non solo i luoghi più famosi e conosciuti della Grande Mela.

A chi invece desidera partire per New York sotto le festività, consigliamo l’articolo Capodanno a New York: 10 consigli per un viaggio low cost.

Se ti è piaciuto questo articolo, perchè non lo condividi?

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *