5 cose da fare a Venezia in una giornata di pioggia
DESTINAZIONI ITALIA

5 cose da fare a Venezia in una giornata di pioggia

Vi avevamo già parlato poco tempo fa, nell’articolo “Salisburgo, la puntina forma di cuore“, di quelle destinazioni che occupano un posto speciale nei nostri ricordi, e in cui torniamo ogni volta che possiamo: Venezia è una di queste! Il romantico capoluogo è una città bellissima in tutte le stagioni, e anche nelle umide giornate di nebbia o in quelle di acqua alta, tipiche di queste zone, ha un fascino straordinario: ogni volta che passiamo una giornata a Venessia scopriamo sempre angoli differenti, scorci che ci incantano, dettagli da fotografare… per noi è sempre un’esperienza magica aggirarsi tra le isolette della laguna, e perdersi tra le calle secondarie, quelle meno affollate dai turisti!

C’è però un aspetto da non sottovalutare quando si organizza una visita a Venezia: potrebbe essere brutto tempo! Certo, nessuno ci impedisce di girare tra le calli e le piazze con l’ombrello, ma è comprensibile che si possa non avere troppa voglia di passare la giornata con i piedi umidi, senza contare che spesso capita di trovarsi immersi in matasse di gente e ombrelli e non godersi per nulla la bellezza di questa città. Fortunatamente, però, Venezia offre tante cose da fare anche quando piove! Eccone qualcuna, che ci ha tenuti impegnati in una delle nostre visite veneziane… Più umide!!

12957494_10209177903674246_6234523744344323390_o

1. La Basilica di San Marco

Un classico imperdibile di Venezia, che vi terrà all’asciutto per almeno un un paio d’ore, che possono arrivare a 4 se vorrete visitare anche il Campanile e l’Orologio (attenzione però perchè quest’ultimo è visitabile solo su prenotazione). Impossibile non farsi travolgere dallo splendore bizantino di questa antichissima cattedrale! Vicino all’uscita, a pagamento, si può visitare il Museo e la Terrazza di S. Marco (21€ con il biglietto “salta la fila” prenotabile qui). I nostri consigli sono, se potete, di andare alla Basilica nel pomeriggio così da evitere le ressa delle scolaresche; oppure se volete assistere ad una funzione religiosa, sappiate che potete entrare senza fare nessuna fila da un ingresso laterale e senza pagare il biglietto “salta la fila”. Se invece volete prenotare l’ingresso e saltare la coda, potete farlo da qui.

12973170_10209177901314187_4296385319409133403_o

2. Il Teatro La Fenice.

Confesso che noi non abbiamo pensato di visitarlo fino a quando non abbiamo imbroccato un bell’acquazzone. Ma è stata una vera sorpresa! Questo teatro dal nome profetico è andato a fuoco ben due volte, ma è risorto dalle proprie ceneri e ora si può ammirare in tutto il suo splendore: tutt’ora è uno dei palcoscenici teatrali più importanti d’Italia e del mondo. Noi abbiamo pagato l’ingresso con l’audioguida (10€ a testa, orari di apertura qui) e siamo stati impegnati per un paio d’ore in un luogo incantevole e magico!

NYX_1357

3. Murano e il Museo del vetro.

Visitare le isole della laguna di Venezia è un’alternativa non meno affascinante della città stessa! Innanzitutto dai battelli (20,00€ il biglietto giornaliero, acquistabile qui e anche tramite app) è possibile godere di ottime viste sulla città… al coperto! Inoltre l’isola di Murano vi apparirò come una “piccola Venezia”, ma senza il caos del centro: un vero incanto, ve lo assicuro. Se volete restare al calduccio per un’altra oretta, potete visitare il Museo del Vetro di Murano (ingresso 10,00€, prenotate i biglietti qui).

burano

4. Burano e il Museo del Merletto.

Un’altra isola imperdibile, ma molto diversa da Murano: come dicono i veneziani, Burano è più coccola: raccolta, accogliente, coloratissima… una tappa imperdibile se amate fare foto, così piccola da visitare che non vi servirà neanche una mappa! Incredibile col suo campanile storto, è famosa per i merletti a cui è dedicato un Museo (ingresso 5,00€), un’altra cosa da vedere se vi ritrovate qui in una giornata piovosa. Come arrivare a Burano? Anche in questo caso potete sfruttare il vostro abbonamento giornaliero, che vi permette di salire e scendere dal vaporetto quante volte volete.

NYX_1400.jpg

5. Le botteghe tipiche e le librerie.

Venezia è piena zeppa di librerie particolari, caratteristiche e affascinanti (la Libreria Acqua Alta ad esempio!), dove potete trovare libri su gondole, vasche da bagno ma anche ammassati all’aria aperta, e un’atmosfera d’altri tempi! Anche le botteghe, con i loro profumi di spezie e dolci tipici, bauli antichi e candelabri, ma anche tessuti e gioielli e soprattutto tanto artigianato, vi ruberanno lo sguardo e vi faranno abbandonare l’ombrello per qualche ora: sarà difficile tornare a casa da Venezia senza aver acquistato qualcosa!

DSC_4161.jpg

E a voi è mai capitato di essere a Venezia durante una giornata di pioggia? A cosa vi siete dedicati?

Voglio seguirvi! Mi iscrivo alla newsletter

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

2 thoughts on “5 cose da fare a Venezia in una giornata di pioggia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *