Compleanno a Madrid… toccata e fuga!
SPAGNA DESTINAZIONI EUROPA #unacittàalgiorno

Compleanno a Madrid… toccata e fuga!

C’è un modo migliore di festeggiare un compleanno, che partire la mattina e tornare la sera per visitare… #unacittàalgiorno in buona compagnia? A noi Viaggiatori per Caso quest’idea è sembrata fantastica, soprattutto per Andrea che avrebbe spento le 41 candeline in un modo davvero speciale! La prescelta per questa nuova avventura con la quale visitiamo una città europea da mattina a sera, come abbiamo già fatto con Londra e Bucarest, è la bellissima Madrid: una città allegra ed economica, comodamente visitabile a piedi, perfetta per festeggiare!!!

MADRID IN UN GIORNO: IL PROGRAMMA

La giornata inizia prestissimo: sveglia alle 3.40, ritrovo con i compagni di viaggio alle 4.20 e… partenza per l’aeroporto di Bergamo: si va!!!

ORE 06:45: Volo da Milano – Orio al Serio con RyanairORE 09:10: Arrivo all’aeroporto di Madrid Barajas.

ORE 9.30: Ci trasferiamo in centro con la metro. Il biglietto dall’aeroporto di Barajas al centro è acquistabile alle macchinette direttamente in aeroporto, e ha un costo di circa 5€ (a cui aggiungere 2,5€ per la carta ricaricabile).

Noi, essendo in 4, ne abbiamo acquistata solo una caricandoci 8 biglietti, dato che una carta può essere utilizzata da più persone. In questo modo abbiamo condiviso il costo della carta, risparmiando parecchio.

Percorso (circa 45 minuti totali): Linea 8 (colore ROSA) fino alla fermata Colombia. Qui cambiamo con la Linea 9 (VIOLA) direzione Puerta de Arganda fino a Principe De Vergara. Infine cambiamo con la 2 (ROSSA) direzione Cuatro Caminos, e scendiamo alla fermata Sol.

ORE 10:30: Siamo alla Puerta del Sol, la vivacissima piazza epicentro della città: facciamo subito un selfie con la Statua dell’Orso e del Corbezzolo!

ORE 10.45: Iniziamo a percorrere Calle del Arenal, una bella strada pavimentata piena di negozi, bar, ristoranti e alberghi. Ci dedichiamo allo shopping o acquistiamo qualche souvenir da portare a casa.

MERENDA DA SAN GINES

ORE 11.00: In una piccola traversa di Calle del Arenal (Pasadizo de San Gines) ci fermiamo per una pausa, e gustiamo la cioccolata calda con i tipici churros della storica Cioccolateria San Ginés!

RELAX IN PLAZA MAYOR

ORE 11.30: Ci spostiamo in direzione Calle Mayor e riprendiamo a passeggiare per la città, in particolar modo nella Madrid degli Austrias.

In questa parte della città, tra la Plaza de Oriente e Plaza Mayor, si conserva la maggior parte dei palazzi storici del XVII secolo, quando Madrid fu sede della corte degli Asburgo: questa zona ha un fascino unico.

Raggiungiamo ora Plaza Mayor, stupenda con i suoi portici e il suo colore rosso acceso; scattiamo tante foto ricordo, ma subito dopo… è ora di uno spuntino!

Ci fermiamo quindi al Museo del Jamon (ne troviamo diversi in giro per la città, il più vicino è in Plaza Mayor 18) per un bocadillo di Jamon Serrano a 1€ e qualche assaggio di autentico prosciutto spagnolo affettato al momento.

Tra questi vi consigliamo un assaggio del Jamon Superior Duroc: una vera delizia per il palato, difficilmente trovabile in Italia!

SANGRIA E TAPAS AL MERCADO

ORE 12.00: Abbiamo mangiato? Bene, perchè è ora di bere! Proseguiamo per il vicino Mercado de San Miguel (10.00-24.00), imperdibile per la struttura d’inizio ‘900 che lo ospita, e tappa d’obbligo per gli amanti della cucina spagnola.

In questo ambiente unico assaggiamo vere prelibatezze gastronomiche, ma soprattutto un’ottima sangria.

ORE 13.00: Usciamo dal Mercado e risaliamo Calle Mayor in direzione della Cattedrale dell’Almudena (orari 09:00 – 20:30, ingresso gratuito con offerta libera).

Entriamo e ci dedichiamo alle foto di questo capolavoro gotico, fuori dla quale si trova anche una statua dedicata a Papa Giovanni Paolo II.

A questo punto pochi minuti a piedi ci separano dal maestoso Palazzo Reale, chiamato anche “Palazzo d’Oriente”, che è tuttora la residenza della Famiglia Reale Spagnola: è il momento dei selfie!

ORE 13.30: E’ il momento di proseguire per Plaza de Oriente e il Teatro Real, fino alla Plaza de Isabel II (o Ópera).

Qui, oltre al Teatro della città, vediamo la replica della statua dedicata alla Regina Isabella II.

ORE 14.00: Passando dai Jardines de Sabatini e dal Temple of Debod arriviamo in Plaza de España, altro centro nevralgico della capitale spagnola.

Facciamo qualche foto al Monumento a Cervantes e alla statua di Don Chisciotte della Mancia, ovvero il protagonista del suo capolavoro di letteratura.

Diamo anche un’occhiata a due importanti edifici, la Torre de Madrid (uno dei più alti edifici di Madrid) e l’Edificio España.

SHOPPING NELLA GRAN VIA

ORE 15.00: Da Plaza de Espana parte la Gran Vía, il grande corso commerciale del centro della città: non abbiamo che l’imbarazzo della scelta tra negozi, bar, caffetterie, ristorantini e souvenir. Via allo shopping!!!

ORE 16:00: Diamo un’occhiata alla Puerta de Alcalá, un altro simbolo della città, e poi allo splendido Palacio de Comunicaciones in Plaza de Cibeles, ovvero il municipio di Madrid.

Siamo aarrivati alla fine di Calle da Alcalà: possiamo decidere come proseguire la giornata in base ai nostri gusti.

UNA PASSEGGIATA NEL VERDE OPPURE UN PIATTO TIPICO?

ORE 16.30: A questo punto possiamo scegliere, in base a fame, stanchezza, clima o interessi personali, tra l’Opzione Naturalista e quella Gastronomica!

OPZIONE NATURALISTA: Facciamo una passeggiata nel Parque Retiro, ovvero il più grande spazio verde di Madrid, anche interessante complesso culturale.

E’ nato come giardino dello scomparso Palazzo del Buen Retiro, e a partire dal XIX secolo ha ospitato varie mostre d’arte e industria, per le quali sono stati edificati dei bellissimi padiglioni di ferro e vetro che ancora oggi si possono ammirare, come il Palacio de Cristal.

ORE 17.30: Non dimentichiamoci della cena, perchè poi saremo in volo! Quando vediamo qualcosa che ci ispira, facciamo uno stop per un bocadillo o uno snack veloce.

OPZIONE GASTRONOMICA: Birra & Paella! Proseguiamo a piedi lungo Paseo de Recoletos ammirando le originali sculture che lo abbelliscono, fino a raggiungerel’Hard Rock Cafè. Ma ricordatevi di fare una foto con la Rana della Fortuna!

Qui beviamo una birra oppure acquistiamo la t-shirt di rito, poi facciamo ritorno in Plaza Cibeles e quindi alla Puerta del Sol. Da Sol in 5 minuti circa raggiungiamo il ristorante La Fragua de Vulcano (indirizzo Calle Álvarez Gato, 9).

Ore 17.45: Finalmente ordiniamo un piatto di paella e una sangria, oppure il piatto tipico della città, il cocido madrileño. L’antipasto e il liquore sono offerti dalla casa, ma attenzione al pane perchè viene fatto pagare a parte!

ORE 18.45: La giornata volge alla conclusione! Ci dirigiamo tutti verso l’ingresso della metropolitana: IBIZA per i Naturalisti, SOL per i Gastronomi.

ORE 19:00: Prendiamo nuovamente la metro per tornare in aeroporto. Da non dimenticare che tra il Terminal 1 e l’ingresso in metropolitana ci sono circa 15 minuti (1 km) di cammino.

ORE 21:00 – 23.20: Volo Madrid – Milano Orio al Serio.

I costi a persona

TRASPORTI = Voli a/r : 38€ • Parcheggio: 3,5€ (auto da 4 persone) • Metro: 12,5€ (con 1 card divisa in 4)

PASTI = Colazione in aeroporto: 3€ • Churros e cioccolata: 4€ • Sangria: 2,5€ • Pranzo: 6€ • Bar: 7,5€ • Cena: 10€

TOTALE= 87€

E se abbiamo più tempo? Ecco l’itinerario per goderci il weekend perfetto a Madrid!

Se ti è piaciuto questo articolo, perchè non lo condividi?

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

34 thoughts on “Compleanno a Madrid… toccata e fuga!”

  1. Bellissima questa idea delle giornate toccata e fuga. Devo provare ad applicarla anche io. Ora vedo da dove iniziare. A Madrid non sono mai stata. Quindi quasi quasi.

    1. Madrid è fantastica per una giornata. Quello che proponiamo noi è una specie di “menu assaggini”: hai la possibilità di scoprire tante città con poco budget e poco tempo, con l’idea che in quelle che ti appassionano di più… puoi tornare con più calma 😉

  2. Ma è un modo davvero meraviglioso per festeggiare il proprio compleanno! Grazie, mi avete dato un’idea pazzesca per il compleanno dei miei due uomini (presto 53 e 17 anni). Spero solo di reggere la sveglia alle 3.40, ma vivendo a 10 minuti da Orio, credo di poter azzardare una sveglia anche un po’ dopo. 🙂

    1. Assolutamente sì, noi abitiamo a più di un’ora di strada, quindi considera tranquillamente un’oretta in più di sonno, e anche un rientro più soft! Felicissima di averti dato una nuova idea.. fammi sapere come è andata!

    1. In realtà col clima non siamo stati molto fortunati, è stato sempre coperto e nel pomeriggio ha cominciato a piovere. Per questo abbiamo scelto la variante “seduti al tavolo all’asciutto a mangiare” piuttosto che visitare il Retiro. Ma Madrid ci è comunque piaciuta da impazzire!!!

  3. Wow 😍 una follia che condivido è stupendo passare un giorno in vacanza per il proprio compleanno. Mi hai fatto venire voglia di andare a Madrid 😍

  4. Ammetto che non so se partirei mai per un giorno solo, sicuramente 2 o 3 giorni sì, ma l’ansia di vedere tutto in un giorno e la stanchezza del viaggio mi butterebbero un po’ giù. Grandi voi che riuscite a farlo. Comunque churrooooooos!

    1. Ahahah sì churrooos!!! Comunque capisco perfettamente la tua riflessione, non sei la prima che storce il naso davanti alla proposta di visitare una città in un giorno solo! Confermo che sicuramente se hai la possibilità di passare qualche giorno in più a Madrid sono tutti ben spesi… e più riposanti!

    1. Infatti Andrea è stato felicissimo. Il regalo più bello per lui in assoluto però è stato scoprire il Jamon Serrano Duroc. Si è innamorato a tal punto che ora lo sta ordinando online!

  5. Bella l’idea di festeggiare il compleanno in una città europea! Ho la fortuna di essere nata in un giorno festivo e spesso amo festeggiare il mio compleanno all’estero. Sono però sincera …..non so se riuscirei a fare tutto in un solo giorno ….. preferisco almeno un weekend lungo 🙂

    1. La limitazione in estate secondo me potrebbe essere il costo del volo, perchè essendo alta stagione può darsi che il volo poi sia così caro da non valerne la pena per una sola giornata. Per quanto riguarda i turisti, dato che in una giornata non sono previsti ingressi in musei e attrazioni, non dovrebbero esserci molti problemi… magari potreste trovare coda alla cioccolateria però!!

  6. WoW!!! Che rush incredibile per questo viaggio!!! Probabilmente perchè vivo in Friuli e parecchio lontana dagli aeroporti non ho mai pensato di fare un viaggio per una giornata e basta e lo trovo…..fantastico!!! Veramente! La trovo un idea divertente ed energizzante!!! Voglio assolutamente farlo anche io prima o poi!!!

  7. Siamo stati diverse volte in Spagna ma ancora mai a Madrid. E’ nella nostra infinita wishlist. Certo che a leggere di churros, di sangria, di paella, di boccadillos, di Jamon (di cui neanche sapevo che ci fosse un museo 😐 ) ci viene una fame!
    Ma il top del top è quel ranocchione gigante!

    1. Il Museo del Jamon è in realtà una catena di gastronomie / ristoranti, dove si può mangiare e acquistare ottimo prosciutto (ma non solo). Vi auguro di visitare presto Madrid e di farci un giro, ne uscirete sicuramente soddifatti!

  8. Bravissimi tutti! Come siete riusciti a fare tutte queste cose in un giorno per me resta un mistero ma questa cosa del viaggio in giornata (con l’aereo) mi piace tantissimo, tant’è che farò Napoli in giornata, a breve, ma con l’idea di mangiare una pizza e poco più ….
    Ma dato che ho trovato una buona insegnante per queste trasferte rapide mi organizzerò per farne qualcuna in più, prendendo spunto da te.

    1. Ciao Sabina sai che anche noi a giugno aggiungeremo proprio Napoli al progetto #unacittàalgiorno? E la pizza non mancherà! Spero che le nostre giornate ti possano essere utili per le tue trasferte rapide, i trucchi alla fine solo solo due: organizzazione ed energia 😀

  9. Che ricordi i churros di San Ginés, tappa fissa quando si va a Madrid. Il vostro diario di viaggio mi ha fatto rivivere sapori e profumi di questa meravigliosa città!

  10. ho festeggiato i miei 18 anni a Nimes, i 30 ad Antibes 🙂
    i compleanni in viaggio sono il miglior regalo che possiamo farci! Madrid potrebbe essere il posto per festeggiare i 40… no dai, troppo tempo, voglio andarci prima.

  11. Ecco… mi venisse mai voglia di pazzia ti seguirò a ruota, e seguirò ogni tuo consiglio in questo post utilissimo!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *