Dove mangiare a… Budapest (Ungheria): Menza
DESTINAZIONI EUROPA MANGIARE & DORMIRE TRAVEL TIPS UNGHERIA

Dove mangiare a… Budapest (Ungheria): Menza

Fama meritata per questo ristorante, scoperto grazie ai consigli di un amico prima di partire per Budapest, e che abbiamo provato anche un po’ (lo confesso!) per pigrizia: si trovava molto vicino al nostro hotel, il Mamaison Hotel Andrassy (un 4* stupendo preso a prezzo stracciato grazie ad un’offerta di Booking)!

Ci siamo trovati in un localino particolare e arredato molto bene, che offre posto sia all’aperto che all’interno; il menu non è particolarmente ampio nella scelta di cosa mangiare, ma i piatti sono tutti davvero ottimi! La Goulash Suppe in particolare è imperdibile, e i secondi sono ben cucinati, abbondanti e particolari.

Durante la nostra vacanza ci siamo andati per due volte, sempre per cena, sempre dopo qualche ora di relax alle terme (se volete scoprire tutte le srutture di Budapest leggete qui), e non abbiamo mai speso più di 30€ in due con la pancia ben piena! C’è da dire che un po’ tutta la città non ha costi alti, e in generale i ristoranti sono abbastanza economici; ma da Menza sono comodi anche gli orari, un po’… “all’italiana”! Ovvero, anche se la prima volta siamo arrivati tardi (verso le 22.00) abbiamo potuto cenare con calma! Non abbiamo assaggiato i dolci, ma il caffè è più buono di quello italiano!

Trovate Menza a questo indirizzo: Liszt Ferenc tér 2, 1061 Budapest

Visiterai Budapest? Un piccolo consiglio extra!

Se siete in viaggio a Budapest non potete assolutamente tornare a casa senza aver assaggiato il trdelník, anche detto trdlo (tradotto in italiano, “manicotto di Boemia” per la sua originale forma cava), un dolce tipico & street food che troverete in vendita un po’ ovunque: delizioso!!!

Voglio seguirvi! Mi iscrivo alla newsletter

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *