I momenti migliori delle nostre vacanze in Cina
DESTINAZIONI ASIA CINA

I momenti migliori delle nostre vacanze in Cina

Se ci seguite sui social, avrete visto che ad agosto abbiamo passato le vacanze in Cina: non vedevamo l’ora di scoprire questo Paese! È stato un viaggio straordinario, divertente e ricchissimo di esperienze. Ci ha dato l’occasione di approfondire la conoscenza di una cultura molto diversa dalla nostra, assaggiare cibi nuovi e incontrare tante persone uniche, italiane e straniere, che ognuna a loro modo ha reso il nostro contatto con la Cina molto speciale.

IMG-20170819-WA0006

Ecco alcuni dei nostri momenti preferiti durante queste vacanze!

• Incontrare altri italiani.

So che può suonare strano, ma gli occidentali in Cina sono davvero pochi, e ancora meno gli italiani, soprattutto se parliamo di coppie come noi e non di gruppi organizzati. Questa realtà ha reso piacevolissimo sentir parlare italiano in un supermercato piuttosto che durante le escursioni, farmarsi a scambiare impressioni e consigli, e magari restare in contatto come è successo con Martino, viaggiatore in solitaria che era alla sua quarta vacanza cinese!

IMG-20170816-WA0016.jpg

• Danzare con i ballerini di strada.

Una delle realtà più particolari e divertenti della Cina è quella dello square-dancing. Si tratta di una tradizione praticata in tutto il Paese, in genere da anziani (ma noi abbiamo visto anche gruppi di ragazze) che amano esibirsi con la musica in piazze e parcheggi la mattina presto o la sera quando è più fresco. Noi siamo rimasti tante volte incantati da queste esibizioni informali e tradizionali, che trasmettono entusiasmo e piacere di stare assieme!

• Mangiare nei ristoranti lontani dai circuiti turistici. Lo confesso, siamo partiti un po’ preoccupati per l’alimentazione e con una scorta esagerata di medicinali per stomaco ed intestino! fFrse sarete sorpresi anche voi nel sapere che invece non abbiamo avuto problemi di nessun tipo. Abbiamo ovviamente selezionato con attenzione dove cenare o fare colazione, ma non per questo abbiamo evitato lo street food o di assaggiare qualcosa che ci ispirava da una bancarella!

IMG_20170826_052933.jpg

• Le notti sui treni notturni.

Abbiamo avuto la possibilità di fare due esperienze molto diverse ma altrettanto belle sui treni notturni cinesi. In una abbiamo avuto una “Luxury Soft Sleeper”, una cabina privata con bagno, davvero confortevole ed intima. Ma quello di cui parlo più volentieri sono i posti letto chiamati “Hard Sleeper”, ovvero in un vagone da 60 lettini a castello! In realtà, quando sono salita sono stata presa dallo sconforto. Poco spazio per valige e per sedersi a mangiare, decine di bambini e… tantissima gente! Prevedevo la notte in bianco. Invece, con mio grande stupore, da quando le luci sono state spente alle 23.00, fino alle 6.00 quando qualcuno ha cominciato ad alzarsi, il silenzio è stato assoluto. I cinesi si sono dimostrati un popolo civilissimo, rispettoso delle regole e degli altri, e soprattutto affidabile! Mai ci siamo sentiti in pericolo o abbiamo avuto paura a lasciare i nostri bagagli incustoditi!

• I panorami.

Uno dei motivi per cui abbiamo amato molto la Cina sono stati gli incredibili panorami, naturali e non. Montagne dalle pittoresche forme appuntite, fiumi, grattacieli illuminati, isole e montagne scolpite. Alcuni luoghi sono così incredibili che vanno davvero visti di persona per rendersi conto della loro spettacolarità!

IMG_20170812_155732.jpg

• Perdere l’orientamento.

Sicuramente una delle parti più sgradevoli del viaggio! Le difficoltà di comunicazione (pochissimi parlano inglese), di lettura di mappe e cartelli, e spesso di assenza generale di informazioni, ci hanno messo a volte in serie difficoltà! Però senza queste difficoltà non avremmo mai avuto la possibilità di scoprire la gentilezza e la generosità dei cinesi. Come quella volta che un ragazzo ci ha offerto la corsa con un taxi privato, perchè noi non sapevamo come tornare in stazione. E quando abbiamo insistito per pagare, ci ha risposto: “Non voglio soldi per aiutare chi ha bisogno”!

Abbiamo incontrato così tante persone fantastiche in Cina che non avevano nessun bisogno di aiutarci o sorriderci o regalarci qualcosa, ma si sono dati da fare anche quando capirsi era difficile, e questa cosa ci ha commosso tantissimo!

IMG_20170826_052650.jpg

• La Grande Muraglia.

Questa è stata la realizzazione di un sogno! Sapevamo che avremmo trovato tanta gente anche scegliendo la sezione meno vicina a Pechino (quella di Mutjanyu) e magari brutto tempo. Invece siamo stati fortunatissimi nel trovare sia cielo limpido e caldo secco, sia una guida eccezionale, Joe Quiao, che vi consiglio senza ombra di dubbio! Joe, quando ha scoperto l’imprevista chiusura della Muraglia per il cattivo tempo della notte precedente, ha improvvisato la visita ad una sezione “segreta” (come l’ha chiamata lui!), in cui ci siamo trovati davvero soli a contatto con questo incredibile pezzo di storia… un’esperienza indimenticabile!

IMG_20170823_092532.jpg

• La vita “alla cinese”.

Inutile nasconderlo, anche se la Cina è ora uno dei Paesi più ricchi e tecnologici del pianeta, tantissimi aspetti tradizionali (piacevoli o meno!) della cultura cinese sopravvivono! Tra questi, sicuramente l’abitudine di sedersi sui talloni. Lo fanno tutti, bambini e signore, ma io lo trovo scomodissimo!

Un altro spetto divertente è l’abitudine degli uomini di arrotolarsi la maglia sotto le ascelle per scoprire la pancia. Ovviamente, solo se si tratta una “bella” pancia… rotonda! Particolarmente fastidioso invece è il fatto che i cinesi sputino per terra, e sono anche rumorosi in questo!

Insomma i cinesi non sono propriamente dei campioni di Bon Ton, anche questo va considerato. Anche se nella maggior parte delle volte noi trovavamo tutto molto divertente e ci facevamo delle sonore risate!

• Sentirsi delle star per qualche giorno.

Come dicevo prima, gli occidentali in Cina sono molto pochi, soprattutto lontano dalle grandi metropoli come Pechino e Shanghai. Quindi dopo un po’ di tempo abbiamo dovuto farci l’abitudine! Molte persone ci guardavano come se fossimo alieni, i bambini ci salutavano con “hello” e un gigantesco sorriso, le ragazze cadevano dalle scale guardando Andrea. I più coraggiosi (spesso seguiti dagli altri) ci chiedevano una foto o un video con loro. Abbiamo decine di foto con altrettanti cinesini, che ci emozioniamo a riguardare e ci strappano un sorriso!!

Insomma, abbiamo trascorso tre settimane incredibili (se siete curiosi di scoprire l’itinerario del nostro viaggio lo trovate qui) e sono felice di poter condividere con voi questi aspetti della cultura cinese.

Credo che il messaggio che tutti dovremmo perderci, ogni tanto, per scoprire quanto è bello essere aiutati dagli altri, sia davvero emozionante, non trovate?

Voglio seguirvi! Mi iscrivo alla newsletter

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

8 thoughts on “I momenti migliori delle nostre vacanze in Cina”

  1. Aspettavo il resoconto dalla Cina da quando avevo letto su Facebook che eri in partenza. Ho guardato anche tutte le foto che hai postato, bellissime!
    Bello leggere le tue impressioni su questo viaggio, la Cina mi affascina molto.
    Un abbraccio da Trieste! 🙂

  2. Mi hai tanto ricordato la mia prima esperienza di tre mesi in Cina, quando ancora non ci lavoravo! L’entusiasmo di un amore appena iniziato, tante cose nuove e diverse tutte insieme ma che sembrano tutte fantastiche…bei tempi!

  3. Ciao! io devo ancora partire per il viaggio di quest’anno ma sto già pensando al prossimo…e se già la cina mi aveva sempre affascinato ora proprio mi hai conquistato! Posso farti qualche domanda sull’itinerario??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *