Come scegliere l’assicurazione sanitaria per i viaggi all’estero
DESTINAZIONI CONSIGLI DI VIAGGIO TRAVEL TIPS

Come scegliere l’assicurazione sanitaria per i viaggi all’estero

Perchè sottoscrivere un’assicurazione sanitaria?

Lo so, la prima cosa che vi state chiedendo è: perchè devo sottoscrivere un’assicurazione sanitaria? E’ vero che dal punto di vista legale non è obbligatorio, e durante l’organizzazione di un viaggio si cerca sempre di tagliare sulle spese superflue.

Ma l’assicurazione sanitaria non lo è! E se anche cerchiamo di non pensarci mai, in viaggio potrebbe succedere qualche imprevisto, e noi siamo sicuri che nessuno di noi vorrebbe rovinarsi una vacanza per poche decine di euro… soprattutto se viaggiamo con la famiglia!

Nell’Unione Europea, in Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein è sufficiente portare con sè la tessera sanitaria nazionale per avvalersi delle prestazioni mediche. Ma nei paesi extra europei non è così! Non siete sicuri riguardo all’assistenza sanitaria del paese che volete visitare? Vi consiglio il sito del Ministero della Salute, dove potete sapere, per ogni Paese del mondo, se avete diritto o meno all’assistenza sanitaria.

Ad esempio negli Stati Uniti non esiste un sistema sanitario nazionale e neppure prestazioni sanitarie gratuite. E gli ospedali degli USA sono famosi sia per l’efficenza…  quanto per i prezzi esorbitanti delle loro prestazioni mediche! Infatti i costi dell’assistenza sanitaria sono elevatissimi, soprattutto se dovesse occorrere un ricovero. Un banale check-up può costare più di mille dollari!

Quindi è obbligatorio per per chi si accinge a partire per un paese non coperto dall’assistenza sanitaria italiana sottoscrivere un’assicurazione viaggio valida per l’intera durata del soggiorno, anche se il costo dell’assicurazione sanitaria è fortemente influenzato dalla lunghezza del viaggio. Queste assicurazioni consentono anche l’invio di personale medico e addirittura il rimpatrio e il trasporto in caso d’emergenza, fino a soluzione che mai si spera possano servire. Ovviamente più il massimale di copertura è alto, maggiori sono i costi che vi verranno rimborsati.

I nostri consigli

• Stipulate assicurazioni sanitarie che abbiano un massimale illimitato, o comunque il più alto possibile per le spese mediche.

• Scegliete un’assicurazione che vi garantisca che le spese mediche verranno erogate DIRETTAMENTE, e non restituite in seguito: potreste dover anticipare migliaia di euro!

• Preferite un’assicurazione che offra anche un servizio di assistenza telefonica 24 ore su 24 in caso di informazioni o necessità.

• Scegliete l’assistenza garantita in italiano se non avete dimestichezza con l’inglese.

• Preferite un’assicurazione che comprenda anche varie ed eventuali (assicurazione per eventuale noleggio auto, ritardo del volo, perdita bagaglio ecc.). Di solito questi extra non incidono molto sul premio ma possono tornarvi molto utili in casi purtroppo frequenti.

• Anche se partite con un viaggio organizzato, controllate attentamente il contenuto delle assicurazioni sanitarie comprese nel vostro pacchetto. Se le garanzie non vi sembrano adeguate, è sempre meglio stipulare una polizza sanitaria privata.

• Prima di completare la procedura, verificate sempre che la compagnia assicurativa non richieda l’invio del contratto firmato per considerare l’assicurazione valida: a volta questa clausola sfugge!

Tra le varie assicurazioni online, noi ci sentiamo di consigliarvi:

Coverwise: ottimo rapporto premio pagato / massimali, ed erogazione diretta delle spese. Affidabile perchè è parte del Gruppo AXA Assistance.

Viaggi Sicuri: pagamento diretto per ricovero ospedaliero, prezzo del premio estremamente concorrenziale. Affidabile perchè associata all’Unità di crisi della FarnesinaOffre anche un confronto sui premi offerti dalle principali compagnie assicurative online: lo trovate qui.

Queste sono le Assicurazioni di cui abbiamo esperienza diretta, ma qualunque decidiate di scegliere, l’importante è sottoscriverne una.

Perché farvi rovinare un viaggio (magari il viaggio di nozze!) da un semplice imprevisto, un ritardo aereo o lo smarrimento del bagaglio? Gli imprevisti purtroppo possono sempre accadere, ma con una buona assicurazione, partire è sicuramente un’esperienza più serena e sicura!

Voglio seguirvi! Mi iscrivo alla newsletter

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *