Berlino in un giorno, tra monumenti, mercatini, storia e… bratwurst!
GERMANIA DESTINAZIONI EUROPA #unacittàalgiorno

Berlino in un giorno, tra monumenti, mercatini, storia e… bratwurst!

Quando ami viaggiare non ci vuole molto che le persone che ti conoscono ti regalino una partenza o un viaggetto. E’ bastato un compleanno, l’avvicinarsi del Natale con i mercatini… ed ecco come è nata questa nuova tappa di #unacittàalgiorno, Berlino! Lo so che siete curiosi e vi state chiedendo se è possibile, ma soprattutto come si fa a visitare Berlino in un giorno solo! Beh, nella capitale della Germania c’è così tanto da vedere che è facilissimo passare 8 ore senza annoiarsi e senza neanche dover prendere la metropolitana, e raggiungendo ogni 10 minuti di cammino un’attrazione importante o qualche bancarella profumata di spezie. Se vuoi sapere che itinerario seguire e cosa vedere a Berlino in un giorno, questo è l’articolo per te!

viaggiatori per caso a berlino

Berlino in un giorno: itinerario da mattina a sera

ORE 08.50. Volo da Milano Bergamo a Berlino Schönefeld, con arrivo alle ore 10.35.

ORE 11.00. TRASFERIMENTO IN CENTRO. Il modo più veloce per raggiungere il centro di Berlino è l’Airport Express, il treno che parte dalla stazione dell’aeroporto e le cui linee, la RE7 e la RB 14, sono in colore rosso. In circa 30 minuti si arriva alla Stazione Centrale di Berlino passando da Alexanderplatz. Noi scendiamo qui! Il biglietto costa 3,40€ a tratta.

ORE 11.45. WILLKOMMEN IN ALEXANDERPLATZ! Berlino è una metropoli molto giovane ma ricca di storia e fascino, ambita soprattutto dai turisti più giovani, perché in continuo fermento. Siamo nella piazza dedicata allo zar Alessandro I, Alexanderplatz, considerata il “centro” della città: qui ammiriamo la “Fontana dell’amicizia tra i popoli” e vediamo anche l’Orologio (World Clock), dove sono riportate le ore in tutte le capitali del mondo.

itinerario a piedi Berlino

Ci spostiamo quindi per vedere i mercatini in Alexanderplatz (25 novembre – 26 dicembre, orari 10:00 – 22:00), che si trovano proprio attorno alla Fontana di Nettuno e all’ombra della suggestiva Fernsehturm, la Torre della Televisione. In questi mercatini viene installata la più grande Erzgebirgspyramide (piramide dei Monti Metalliferi) una tipica torre natalizia fatta di legno su più livelli e adibita a ristorante, con migliaia di luci ad illuminarla.

bratwurst e street food berlino

ORE 12.30. UN PO’ DI CULTURA! Dopo aver assaggiato qualche specialità locale raggiungiamo la suggestiva Museumsinsel, “l’Isola dei Musei”. Dichiarato nel 1999 Patrimonio dell’Umanità, questo perimetro culturale ospita 5 importantissimi musei: l’Altes Museum, il Pergamonmuseum, l’Alte Nationalgalerie, il Neues Museum, il Bode Museum e l’imponente Duomo di Berlino, cattedrale protestante in stile Neobarocco (ingresso con visita guidata 7,00€).

duomo di berlino

ORE 13.00. ANCORA MERCATINI IN GENDARMENMARKT. Andiamo verso il Gendarmenmarkt, la bellissima piazza dove si trova l’Opera di Berlino e due “cupole” ai lati, una tedesca e una francese. Qui facciamo un giretto tra le bancarelle, compriamo qualche souvenir e facciamo incetta di street food locale! Poi ci fermiamo per una pausa e un caffè nell’elegante Centro Commerciale Friedrichstadt-Passagen, in cui è ospitata anche la Galleria Lafayette e il PennyMarket: qui è possibile comprare specialità fresche e calde a prezzi bassissimi, con cui spezziamo la fame se i bratwurst non ci sono bastati!

mercatini di natale in germania

ORE 14.30. IL CHECKPOINT CHARLIE. Da qui andiamo a piedi in una decina di minuti fino al Checkpoint Charlie, l’importante posto di blocco situato tra il quartiere sovietico di Mitte e quello statunitense di Kreuzberg nel 1961. Dopo la riunificazione venne rimosso e il posto di guardia originale oggi si trova nell’Alliierten Museum, però nel 2000 è stata inaugurata la ricostruzione della prima cabina di controllo americana, che è tuttora visibile sulla Friedrichstra§e, all’altezza dell’incrocio con Zimmerstra§e.

checkpoint charlie

14.45. LA TOPOGRAFIA DEL TERRORE. Dopo i bombardamenti alleati del 1945, degli edifici che un tempo sorgevano nela zona del Gropius Bau non è rimasto nulla. La Topographie des Terrors è una mostra a cielo aperto che si sviluppa lungo il perimetro di quegli scavi che alla fine degli anni ’80 riportarono alla luce le celle sotterranee della Gestapo, dove i prigionieri politici venivano interrogati, torturati e uccisi. Su un tratto della Niederkirchnerstrasse è stato conservato un tratto di Muro.

MURO DI BERLINO

ORE 15.15. L’INVERNO IN POTSDAMER PLATZ. Potsdamer Platz è il più sorprendente esempio di come, negli anni ’90, il rinnovamento della città abbia potuto trasformare Berlino nella moderna metropoli di oggi. non si tratta di una vera e propria piazza, ma una zona costituita da tre aree, che ora occupano lo spazio dove fino al 1989 il Muro separava Berlino Est da Berlino Ovest. Progettata tra gli altri da Renzo Piano, questa zona ha tra le attrazioni principali il DaimlerChrysler Atrium, il Sony Centre,  il centro commerciale Arkaden, e il palazzo Weinhaus Huth, l’unico palazzo storico della piazza: infatti risale a prima della Seconda Guerra Mondiale.

Qui possiamo vedere anche i mercatini (1 novembre – 5 gennaio 2020, orari 10:00 – 22:00) con una grande pista per slittini, una pista di pattinaggio all’aperto e un cottage austriaco per mangiare cucina tipica, oltre alle classiche capanne in legno con cibo e bevande invernali e bancarelle di artigianato.

ORE 15.45. Ora raggiungiamo il Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa, un labirinto di cemento dedicato all’Olocausto diventato uno dei simboli di Berlino e del suo bisogno di ricordare le atrocità del nazismo. 2711 blocchi di cemento, tutti delle stesse dimensioni e posti alla stessa distanza l’uno dall’altro, ma di altezze differenti. Il Memoriale ha infatti la caratteristica di essere posato su un terreno che è un continuo saliscendi, e riesce a fare perdere ogni punto di riferimento a chi passeggia tra i blocchi.

ORE 16.00: SELFIE E CIOCCOLATA. Ora possiamo rilassarci dirigendoci verso il monumento più conosciuto di Berlino: la Porta di Branderburgo! Con 15 minuti a piedi raggiungiamo il leggendario simbolo della Germania unificata. E’ l’ora del tramonto: via ai selfie!!! Poi ci sediamo da Starbucks e ci riposiamo un po’ al caldo, godendoci la bellissima vista del tramonto sulla Porta di Branderburgo.

Palazzo del Reichstag

ORE 16.30. E INFINE… ANCORA MERCATINI! Dopo esserci riscaldati ci alziamo: a pochi passi dalla Porta di Branderburgo troviamo il Palazzo del Reichstag, che guardiamo da fuori. Prima di tornare in stazione ci fermiamo a vedere gli ultimi mercatini, quelli in Dorothea-Schlegel-Platz (27 novembre – 31 dicembre 2019, orari 12.00-22.00), dove facciamo gli ultimi acquisti e vediamo la pista di curling ecologica e gratuita!

Berlino in un giorno solo. Com’è andata?

ORE 17.00. SI TORNA A CASA! Alla Berlin Friedrichstraße Station prendiamo nuovamente il treno Airport Express con direzione Flughafen Berlin-Schönefeld Bhf. In circa mezz’ora siamo all’aeroporto, dove alle ORE 19:00 ci aspetta il volo per Milano Bergamo con arrivo alle ore 20:45.

berlino itinenario

Berlino in un giorno: spese a persona

Voli a\r: 19,90€
Biglietti treno a\r: 6,80€
Street food: 4,00€
Souvenir: 10,00€
Pranzo: 5,00€
Caffè: 2,5o€
Starbucks 2,50€
TOTALE: 50,70€
Cosa ci è rimasto di questa esperienza a Berlino? Innanzitutto l’emozione di una giornata speciale e davvero molto economica, in cui abbiamo scoperto lo street food berlinese e dei mercatini di Natale diversi dal solito. Non abbiamo la pretesa di dire di aver visitato Berlino in un giorno, ma abbiamo avuto un assaggio di questa capitale intensa e creativa, scoprendone le attrazioni indispensabili e scegliendo… quando e come tornare!

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

19 thoughts on “Berlino in un giorno, tra monumenti, mercatini, storia e… bratwurst!”

  1. Leggere di Berlino mi affascina sempre in modo incredibile
    È una città che ho amato e che mi piace molto soprattutto per l’eredità che condensa

      1. Berlino è davvero incantevole. Per me visitarla in poco tempo è impensabile, mi piace la calma e gustarmi le cose.

  2. Sfruttando i mercatini e i venditori di street food avete risparmiato moltissimo. Pensavo Berlino potesse essere più cara ma con i giusti accorgimenti si può visitare anche con un budget ridotto. Poi nel periodo natalizio dev’essere ancora più bella. Io non sono ancora stata, ho visto solo Colonia in Germania. Però è sulla mia lista e mi segno il vostro itinerario visto che molte cose sono vicine e non c’è bisogno di sfruttare i mezzi!

  3. Non ho mai pensato molto alla Germania come meta di una mia vacanza, ma leggendo questo report su Berlino mi hai fatto venire tanta voglia. E’ una città così piena di vita, cultura, tradizione ed arte!

    1. E’ vero Cristina, non manca nulla di tutto questo, ma in particolare merita molto tutto ciò che riguarda la Storia di Berlino e della Seconda Guerra Mondiale!

  4. Wow! Anche questa è una delle mete da aggiungere ai miei futuri itinerari di viaggio. Da sempre attratta da questa città e dalla Germania. Ho un legame speciale con questo paese, avendoci vissuto un paio di mesi da piccola.

  5. Ma che bel giretto! Mi piacciono queste toccate e fughe! A dicembre anche noi ci siamo regalati un giretto veloce in Germania, ma a Norimberga…

  6. Gasp… che viaggio maratoneta! MA davvero siete riuscite a vedere tutte queste cose in un solo giorno? Io, in genere, solo per un mercatino perdo un’intera giornata!

Cosa ne pensi? Lascia un commento!