Bled, un paese da fiaba tutto l’anno
SLOVENIA DESTINAZIONI EUROPA

Bled, un paese da fiaba tutto l’anno

La prima volta che siamo stati a Bled è stato tanti anni fa!

Tornavamo da una vacanza in Croazia e avevamo ancora qualche giorno di ferie da sfuttare liberamente, ed erano quegli anni lontani in cui si viaggiava ancora con le fotocamere a rullino (ecco perchè le foto in questo articolo fanno un po’ schifo!), senza prenotazioni, senza Google maps o webcam che anticipavano il meteo e gli imprevisti del clima. Eppure spesso si scoprivano posti nuovi su consiglio di qualche amico che, con una mappa in mano, ti diceva: “Mentre torni a casa, fai una tappa qui, a Bled: c’è un’isoletta con una piccola chiesa in mezzo al lago e un castello poco sopra… è un posto magico!“.
E noi si partiva. I consigli degli amici non mentivano mai!

Quella che abbiamo fatto noi quel giorno lontano d’estate è stata davvero un’esperienza meravigliosa, come ci aveva promesso il nostro amico. Abbiamo trovato il lago, la piccola isola con la romantica Chiesa dell’Assunzione di Maria, e le barche a remi per raggiungerla… C’era un’atmosfera incantata, i cigni nel lago, le ninfee fiorite, e una pace quasi innaturale.

 

Sopra al lago di Bled abbiamo visto il Castello, che non abbiamo mancato di visitare, e siamo arrivati fino alla chiesina con la barca a remi. Poi abbiamo fatto suonare la campana esprimendo un desiderio… uno di questi era ovviamente quello di tornare, un giorno, a Bled!

viaggiatori per caso giovani bled

Desiderio realizzato!

E così è stato: per caso o per accompagnare degli amici a cui è stato il nostro turno raccontare la bellezza di questo posto, siamo tornati in questo paese pittoresco. Una volta in primavera e un’altra ancora in autunno… scoprendo che il fascino di angoli incantati come Bled resta immutato in tutte le stagioni.

Ogni volta è valsa la pena fare la passeggiata che circonda il lago, alloggiare in un tipico bed & breakfast sloveno, remare fino all’isoletta, salire fino al castello e poi rifugiarsi alle terme, o concludere la giornata in uno dei ristorantini della zona, per assaggiare uno dei gustosissimi piatti tipici.

Ecco perchè questa volta è il mio turno lasciarti un consiglio da amica: non lasciarti assolutamente scappare una visita a questo posticino da cartolina! Bled è tanto vicina all’Italia quanto capace, ne siamo sicuri, di farti innamorare perdutamente dei suoi panorami, e in qualsiasi momento dell’anno!
Dal canto nostro, durante la nostra ultima visita a Bled abbiamo espresso nuovamente il desiderio di tornarci, e questa volta lo vorremmo fare in inverno, alloggiando in una magnifica casa sull’albero dove respirare aria pulita e ascoltare solo il rumore del vento nel bosco ed il silenzio assoluto. Questo posti magnifico esiste, e si chiama Camping Ribno: scoprilo nell’articolo di Crackita!

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

8 thoughts on “Bled, un paese da fiaba tutto l’anno”

  1. Un bellissimo racconto e una bella scoperta. Conosco pochissimo la Slovenia, ma mi sembra una terra dal grande fascino… Credo sia stato emozionante anche per voi tornare!

  2. Il lago di Bled è semplicemente un incanto! E’ il classico paesaggio da cartolina: uno specchio azzurro circondato da verdissime colline. Noi siamo particolarmente innamorati della Slovenia (soprattutto per le montagne – lo ammetto), ma ci sono tantissimi paesini, grotte e gole da scoprire e…palacinke da mangiare!
    Ti consiglio, per la prossima volta che capiterai da quelle parti, di non perderti le Gole di Tolmin https://www.bagaglioleggero.it/caporetto-e-le-gole-di-tolmin-nofilterneed/ un vero e proprio paradiso – soprattutto fuori stagione! Dai un’occhiata ai colori!
    Vicinissimo a Bled invece ci sono le Gole di Vintgar, meno turchesi e più verdi, ma il paesaggio sembra quello delle favole degli elfi…ci si può arrivare in una mezzoretta noleggiando una bici.
    Ps: nostalgia per le vecchie macchine fotografiche a rullino? Ma anche no! 🙂

Cosa ne pensi? Lascia un commento!