Escursione al Monte due Mani (Lecco)
A PIEDI DESTINAZIONI EUROPA ITALIA

Escursione al Monte due Mani (Lecco)

Dalla prima volta che ho visto la foto del bivacco Locatelli sul Monte due Mani, ho desiderato raggiungerlo e… scoprire com’è entrarci! Il piccolo bivacco ad igloo, dall’aria futuristica ma accogliente, si trova infatti in una posizione iper panoramica nonostante l’altezza modesta della vetta che lo ospita (1655 m). Il Monte Due Mani si trova all’inizio della Valsassina (LC), in una zona molto centrale del territorio lecchese.

MONTE DUE MANI (BIVACCO LOCATELLI) (Lecco)

Una volta arrivato in vetta potrai affacciarti su un balcone naturale che abbraccia un panorama mozzafiato su Grigne, Valsassina, Resegone, la città di Lecco e tutta la Brianza!

Escursione al Monte due Mani: da dove si parte

Gli itinerari per il Monte Due Mani sono diversi, ma il nostro preferito ha come punto di partenza il Culmine di San Pietro (Cassina in Valsassina). E’ possibile parcheggiare l’auto, arrivando da Moggio, presso il Ristorante Culmine di San Pietro. Siamo a quota 1258 m: è la stessa zona da cui si può partire anche per l’escursione al Rifugio Nicola e ai piani di Artavaggio.
Il percorso inizia imboccando una mulattiera, comoda e quasi pianeggiante.

MONTE DUE MANI (BIVACCO LOCATELLI) (Lecco)

Dopo una mezzoretta di cammino si arriva a un bivio da dove si prende un sentiero che diventa un po’ più difficile, inoltrandosi in mezzo a magnifici boschi di faggi, a pascoli e a pendii erbosi.

L’ultimo tratto è quello che, scherzando, noi diciamo essere la parte che dà il nome alla montagna: essendo a tratti ripido e roccioso, può capitare di doversi aiutare con le mani!

Valsassina escursione VPC

Ecco che in vetta troviamo il super fotogenico Bivacco Locatelli. Si tratta di una struttura molto semplice: all’interno ci sono due panche, un tavolino e un armadietto, in cui è possibile mangiare e dormire. Non ci sono rifugi in vetta, quindi se vuoi mangiare qualcosa dovrai attrezzarti autonomamente.

Monte Due Mani: dettagli del trekking

Lunghezza andata e ritorno: 10 km circa, andata e ritorno

Escursione al Monte due Mani dal Culmine di San Pietro mappa

Dislivello: circa 550 m di salita e 150 m di discesa, così suddivisi
– 50 m circa nei primi 2 km (nei pressi delle cime di Redondello)
– 100 m nel terzo km
– 260 m fino al bivacco (quota m. 1655)

Monet dua mani trekking

Durata totale: 3 – 4 ore a seconda del passo
Attrezzatura: scarpe da trekking e abbigliamento comodo. Consigliamo sempre di dare un’occhiata alle previsioni meteo prima di partire, soprattutto nel periodo invernale.

Acqua sul percorso: no
Adatto ai bambini: solo i più grandicelli
Posso portare il mio cane?
Adatto alla MTB? no.

Sentieri facili, ferrate e anelli

Per arrivare al Monte due Mani, oltre al percorso che ti abbiamo descritto, di media difficoltà (E), è possibile arrivare:

  • da Morterone, seguendo il sentiero n. 33, in circa 1 ora e 30
  • con un anello che parte da Cremeno
  • da Ballabio, seguendo il sentiero n. 30, in circa 2 ore (via normale).

Ti è piaciuta questa escursione? Leggi anche l’itinerario per il Rifugio Monte Vaccaro!

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

9 thoughts on “Escursione al Monte due Mani (Lecco)”

  1. Forte il bivacco a igloo!
    Mi pare di capire che il percorso è abbastanza impegnativo pur non essendo altissimo. Ci penso un attimo sai 🙄? Ma senz’altro lo suggerisco ai miei amici lombardi più volenterosi!

  2. Non sono una persona che ama molto fare escursioni nonostante vivo in un paese dove intorno ci sono moltissimi percorsi per fare escursioni, devo dire che questo posto è molto bello anche dalle foto che hai messo!

  3. Come te anch’io sono rimasta colpita dal bivacco a forma di igloo. Ma poi, scorrendo le immagini e l’articolo, sono stata letteralmente catturata da tutta quella bellezza, dagli alberi e dal verde. Vorrei assolutamente visitare questi luoghi.
    Maria Domenica Depalo

  4. Grazie per i preziosi consigli, i sentieri per il trekking per noi sono sempre un must, perfetti per entrare in contatto con la natura, in questi casi in spalla insieme allo zaino, ci va anche il cavalletto portatile, per immortalare in un dipinto questi paesaggi magnifici.

  5. Assolutamente anche questo un bellissimo percorso per ricollegarsi con la natura, fare attività fisica all’aperto e godere di paesaggi spettacolari. Poi essendo di Milano, Lecco è davvero a due passi!

Cosa ne pensi? Lascia un commento!