5 esperienze top da fare a Istanbul (e due da non fare)
TURCHIA DESTINAZIONI ASIA TOP TRAVEL

5 esperienze top da fare a Istanbul (e due da non fare)

Hai in programma un viaggio in Turchia? Sicuramente, come è successo a noi mentre stavamo programmando il nostro tour on the road della Turchia (trovi qui l’itinerario), ti starai chiedendo cosa fare a Istanbul in 2, 3 o più giorni. Istanbul, come l’abbiamo vissuta noi, è una città affascinante e straordinaria, con molte facce diverse e un’identità sospesa tra Europa e Asia. Una città da godere in ogni vicolo, panorama, assaggio e volto!

VIAGGIATORI PER CASO tour fai da te in Turchia in van

Non voglio quindi elencarti le solite esperienze indispensabili da fare a Istanbul, quelle che ti consiglierebbe qualsiasi tour o agenzia, come visitare Santa Sofia o il Gran Bazaar (tutte cose da fare a Istanbul, assolutamente!) ma voglio suggerirti alcune idee alternative da aggiungere alla tua vacanza in questa città straordinaria.

5 cose particolari da fare a Istanbul

1. Visitare la Basilica Cisterna.
Sì, lo so, questa sicuramente non è una delle cose più strane da fare a Istanbul, o delle più originali, anzi… la Cisterna Basilica, detta anche Palazzo Sommerso, è una delle attrazioni più visitate della città! Ma vince sicuramente in originalità per le recenti installazioni realizzate con il restauro del 2022, che valorizzano il percorso di visita con giochi di luce e musica, creando atmosfere assolutamente imperdibili.

Visita alla Basilica Cisterna salta la fila

Questo posto straordinario, che sotto l’imperatore Giustiniano venne convertito da luogo di culto a cisterna d’acqua, conta ben 336 colonne in uno spazio lungo 140 metri e largo 70. Forse non sapevi che la Cisterna Basilica appare anche nel videogioco Assassin’s Creed: Revelations, durante la missione chiamata “La Cisterna di Yerebat”.

2. Cenare al tramonto all’Alpek Restaurant.
Un panorama indimenticabile davanti ad un cocktail o ad un ottimo piatto tipico turco, senza rinunciare ad un servizio elegante e buona musica? Sali all’ultimo piano dell’Alpek Hotel (Hobyar Mah. Arpacilar Cad. No:6 Eminonu – Fatih) e goditi una serata davvero speciale! Resterai a bocca aperta guardando il ponte di Galata che si accende dei colori della sera, e la città che si anima sotto di te!

3. Fumare come un turco.

Non è solo un modo di dire! Per i turchi, furmare il narghilè, la caratteristica pipa ad acqua, è una tradizione antica 500 anni. Provare il narghilè con i suoi tabacchi fruttati in un bar del centro, accompagnandolo con dell’ottimo çay tea, è una delle esperienze più rilassanti della città.

pausa con the e narghilè da Anadolu Nargile - Istanbul

Ti consigliamo un locale vicino al Gran bazaar e Sultanahmet, Anadolu Nargile Çorlulu Ali Paşa Medresesi.

Istanbul sconosciuta

4. Battellata economica sul Bosforo.
Sì, lo so. Anche il tour sul Bosforo con cena e spettacolo è una delle attività più turistiche in assoluto, e non è neppure economica! Noi invece vogliamo suggerirti una crociera sul Bosforo decisamente poco turistica, breve, low cost, ma altrettanto panoramica e non noiosa, consigliata anche se sei a Istanbul con bambini. Un’ottima idea se cerchi cosa fare la sera a Istanbul dopo aver cenato. Raggiungi il pontile presso il Ponte di Galata e chiedi ai ragazzi con i cartelli: troverai quelli che offrono la battellata di un’ora. L’esperienza è decisamente più autentica ed economica rispetto ai tour organizzati (200 LT a persona, circa 11,00€). Non ci sono pasti inclusi ma a bordo è possibile ordinare bevande ad un prezzo molto onesto.

5. Assaggia i veri dolci turchi (e il caffè).
La baklava è uno dei dolci tipici turchi conosciuti in tutto il mondo. Quello che vogliamo consigliarti noi è di provarlo acquistandolo nei laboratori locali non turistici, le piccole botteghe artigiane lontane dal centro dove i dolci hanno l’autentico sapore della Turchia!

E perchè non accompagnarli con il migliore turkish coffee? Scopri come si preparano le infusioni turche tradizionali con un divertente laboratorio di caffè turco a Istanbul.

Cosa NON fare a Istanbul

Fare la coda!
Presso le attrazioni più richieste troverai, in alta stagione, lunghe code per acquistare il biglietto d’ingresso, e anche solo per entrare. Con il caldo, possono essere delle autentiche torture! Per evitarle, ti consigliamo:

Palazzo Topkapi – prima delle biglietterie con personale, sulla destra, c’è una biglietteria automatica che accetta solo carte di vredito. Verifica che sia aperta: eviterai una lunga fila! L’ingresso completo comprensivo dell’Harem costa 420 LT a persona.

5 COSE DA fare a Istanbul

Moschea Blu – l’ingresso è gratuito, quindi non farti ingannare da chi ti chiederà di fare il biglietto, ed entra liberamente!
Cisterna Basilica – salta la fila acquistando il ticket online qui, selezionando “Yerebatan Sarnıcı”. Il costo è di circa 12,00€ a persona per gli stranieri. Ti potrai presentare direttamente all’ingresso, tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00.
Hagia Sofia – anche a Santa Sofia l‘ingresso è gratuito, ma  troverai comunque lunghe code per i controlli di sicurezza, soprattutto la mattina. Aspetta invece dopo le 16.00, e entrerai in poco tempo (orari: 9:00-19.00, lunedì chiuso).

organizzare un tour della turchia consigli

Non vestirti con abiti provocanti.

In prossimità delle moschee e degli altri luoghi sacri dell’Islam occorre vestirsi in maniera rispettosa, evitando quindi minigonne, shorts sexy e scollature. Soprattutto, se sei una fanciulla non dimenticare una pashmina o un foulard perchè e le donne devono coprirsi il capo per entrare nelle moschee.

E’ una buona idea visitare Istanbul da soli?

In molti ci hanno chiesto se visitare Istanbul sia pericoloso. Ti possiamo assicurare che Istanbul non è diversa nè più pericolosa dalle altre metropoli del mondo (leggi qui quando visitare le più affollate), come Milano o Barcellona. Insomma, sono sufficienti il buon senso e le cautele che osserveresti in tutte le città, sia che tu voglia restare poche ore, un giorno o una settimana!

E se vuoi sentirti più tranquillo, anche nel caso di una visita breve, ti consigliamo il classico Autobus turistico di Istanbul.

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

Cosa ne pensi? Lascia un commento!