Come visitare l’Etna: escursioni, mezzi, alternative e costi
A PIEDI DESTINAZIONI ITALIA

Come visitare l’Etna: escursioni, mezzi, alternative e costi

Visitare l’Etna è una di quelle esperienze imperdibili da considerare se stai pensando ad una vacanza in Sicilia, anche solo per qualche giorno. Salire su un vulcano vivo e attivo (ovviamente non in eruzione!) è qualcosa che ci ha sempre fatto venire un po’ i brividi, e che desideravamo fare da molto tempo. Volevamo però che la nostra fosse un’esperienza davvero immersiva, poco turistica e, possibilmente, anche economica.

Sicilia in camper, escursione a piedi sull'Etna

Consultando le informazioni online, il sito ufficiale e le proposte per un’escursione guidata con i relativi prezzi, ci siamo fatti una panoramica completa delle possibilità più o meno costose che esistono per visitare l’Etna, in inverno (noi abbiamo fatto un tour della Sicilia in camper a cavallo di capodanno) piuttosto che in estate.

Ecco tutte le informazioni che potranno essere utili anche a te!

Dove si trova l’Etna

Cominciamo dal principio: l’Etna è il vulcano più grande d’Europa, è alto più di 3000 metri, anzi per essere precisi la struttura vulcanica sorge circa a 3.330 m sul livello del mare. Si trova in provincia di Catania e gli accessi sono dal versante nord (Piano Provenzana) e dal versante sud (Nicolosi).

L'etna dove si trova e come visitarlo - Viaggiatori per caso

Il miglior punto di partenza per le escursioni è il lato sud. Una curiosità: l’Etna (dal termine greco Αἴτνη che deriva forse da αἴϑω, ardo, fiammeggio) era chiamata monte (Gebel) al tempo degli Arabi, poi Mongibello (monte-gebel) dalle persone colte; dagli abitanti della zona oggi è detta “la montagna”.

Come arrivare al punto di partenza (1900 m)

Il punto di partenza per tutte le escursioni sull’Etna dal versante sud è il Rifugio Sapienza. Nel piazzale che lo ospita puoi trovare anche negozi, ristoranti e molti parcheggi, di cui la maggior parte a pagamento.

Come salire sull'etna - trekking

Puoi arrivare al Rifugio Sapienza tramite la Strada Provinciale 92 da Nicolosi o da Zafferana Etnea, oppure, se parti da Catania, puoi prendere i bus direzione Etna: ci sono due corse al giorno. La partenza è dalla stazione centrale di Catania (piazza Giovanni XXIII), ogni mattina alle 8:15, e il ritorno è alle 16:30 dal Rifugio Sapienza. I tempi di percorrenza sono di circa due ore.

Crateri silvestri Etna Catania Sicilia

Per chi non può o non vuole allontanarsi molto da questa zona, sappi che già qui si possono ammirare, spostandosi solo a piedi, in autonomia o accompagnati da una guida, alcuni crateri vulcanici inattivi. Si tratta dei Crateri Silvestri Superiori, coni che si sono formati in seguito alla grande eruzione del 1892, tra i Monti Silvestri Superiori e quelli Inferiori.

Visitare l’Etna fino a quota 2.500: a piedi, in jeep on in funivia

Partendo dal Rifugio Sapienza in direzione vetta, una prima tratta è percorribile in funivia, fino a raggiungere i 2.500 metri d’altezza. Se prenoterai una visita guidata è possibile che anche questa tratta sia organizzata con un mezzo privato.

Funivia per l'Etna: orari, costi, partenza e arrivo

Da qui puoi proseguire la salita a piedi, scegliendo uno dei percorsi naturalistici di trekking, oppure tornare a valle sempre in funivia, o a piedi percorrendo la strada. In questo caso si tratta di meno di 5 km, percorribili di buon passo in un’oretta. La funivia invece è attiva dalle 9.00 alle 16.30 da aprile a novembre, mentre nel periodo invernale dalle 9.00 alle 15.45. Il costo è di 30,00€ a persona andata e ritorno (20,00€ per una sola tratta).

Visitare l'Etna a piedi

Noi abbiamo percorso questa distanza a piedi salendo da un sentiero sul versante sud-est del vulcano: il dislivello da superare è di circa 700 metri. Il nostro punto d’arrivo è stato la Montagnola (2600 metri circa), raggiunto faticosamente, in quanto i sentieri laterali sono rallentati dal fondo molto sdrucciolevole.

Panorama dal vulcano etna

Per tutto il percorso abbiamo avuto visione affascinante del vero paesaggio vulcanico dell’Etna con una vista mozzafiato sul Mar Ionio. Ecco il nostro itinerario a piedi!

escursione sull'Etna itinerario a piedi.png

Fino a quota 2750: a piedi oppure con i bus 4×4

Arrivati al terminal della funivia a 2500 metri puoi proseguire a piedi, oppure con i minubus 4×4. Il questo caso il costo a persona è di 38,00€ andata e ritorno, i mezzi lasciano nella zona dei crateri Barbagallo, detta “Torre del Filosofo”, a circa 2920 metri.

Sopra i 2750: solo con la guida

L’ultimo tratto, fino ai crateri sommitali, è percorribile solo accompagnati da una guida. Per chi volesse fare quest’esperienza partendo a piedi dalla funivia, ecco i riferimenti del trekking: la durata della camminata è di 11 km, circa 6 ore, e il dislivello da superare  di circa 800 m.

Visitare l’Etna da Catania: la versione comfort

Il grado di difficoltà è da considerarsi moderato. Ti ricordiamo che questo trekking sull’Etna è riservato ai maggiori di 12 anni e vietato a chi soffre di malattie cardiache o asma.

Visitare l’Etna da Catania: la versione comfort

Stai visitando Catania (leggi qui cosa vedere anche se hai un giorno solo!) e vorresti un’esperienza semplice, comoda ma sempre emozionate? Magari hai in programma di visitare l’Etna con dei bambini?

Visitare l’Etna da soli, in auto, bici o camper

Per contemplare il vulcano da vicino con una guida preparata e attenta, in modo sicuro, puoi prenotare qui un’escursione all’Etna da Catania con 4×4.

Visitare l’Etna da soli, in auto, bici o camper

Ti possiamo confermare che un’escursione su un vulcano attivo è un’avventura emozionante, soprattutto se scegli il fai da te. Ecco una lista dei sentieri e percorsi più frequentati con i relativi dettagli.

Molte sono le persone che vogliono visitare l’Etna in bici o e-bike. In questo caso possiamo consigliarti di prenotare questa escursione sull’Etna in bici.

Visitare l'Etna in camper in sosta libera

Per quanto riguarda la visita in camper, l’inverno è sicuramente il momento più favorevole, in quanto la frequenza turistica è molto bassa ed è possibile fermarsi a dormire gratuitamente, come abbiamo fatto noi, nei dintorni del rifugio Sapienza. In questo modo eravamo perfettamente riposati la mattina, pronti per la nostra avventura!

Rifugio sapeinza: mangiare bene spendendo poco

E all’arrivo? Non perderti il pranzo (o la cena, ma non in inverno!) al Rifugio Sapienza: ogni portata è… da premio!!

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

8 thoughts on “Come visitare l’Etna: escursioni, mezzi, alternative e costi”

  1. Dopo aver letto il vostro articolo sulla vostra vacanza a ridosso di Capodanno mi avete fatto venir voglia di partire presto per la Sicilia! Quindi non posso che ringraziarvi di questi ulteriori preziosi consigli; l’Etna è assolutamente una tappa obbligata.

  2. Un ottimo articolo con tante informazioni utili, grazie. Me lo salvo per quando riusciamo ad andarci!

  3. Bravi che avete fatto il percorso a piedi!
    Io con amici, anni fa, dopo la salita in funivia +un tratto di bus, ho girovagato un po’, senza allontanarmi troppo, da uno chalet nei paraggi, ed è stato già così fantastico!

Cosa ne pensi? Lascia un commento!