Europarlamentari per caso. Come vedere Bruxelles in un giorno… volo incluso!
BELGIO DESTINAZIONI EUROPA #unacittàalgiorno

Europarlamentari per caso. Come vedere Bruxelles in un giorno… volo incluso!

Bruxelles in un giorno: cosa vedere?

Bruxelles, la capitale del Belgio, era lì che ci chiamava, ormai da qualche tempo. E in realtà era anche qualche mese che non partivamo per una delle nostre “follie di una giornata“, come le chiamano i nostri amici. Infatti da quando abbiamo iniziato, un po’ per gioco e un po’… per caso, a visitare le più belle città d’Europa in un solo giorno, non abbiamo più smesso! E #unacittàalgiorno è diventata una desiderata e sempre più richiesta, divertentissima abitudine!

Bruxelles in un giorno

La formula è sempre la stessa: un volo super economico da prendere la mattina presto, il biglietto di ritorno per la sera stessa, un itinerario dettagliatissimo da rispettare durante la giornata, e ovviamente un bel gruppo di viaggiatori dinamici che vogliono spezzare la routine e avere un assaggio di un altro Paese con un budget minimo.

Bruxelles è stata davvero una destinazione eccellente per #unacittàalgiorno: infatti la vivace capitale del Belgio è una città a misura d’uomo, dove tutte le attrazioni sono vicine e raggiungibili a piedi. Anche la distanza dall’eroporto, a soli 17 minuti di treno dal centro, la rende una destinazione perfetta per chi ha poche ore a disposizione.

bruxelles in un giorno volo ryanair

E’ interessante sia per chi ama monumenti e piazze storiche, sia per chi adora i quartieri moderni; multiculturale, moderna e dall’impronta green, questa città ci è riuscita a trasmetterci la sua essenza anche in un solo giorno. Come? Seguici!

Itinerario

ORE 09:00. Partenza Milano Malpensa con volo Ryanair – Arrivo a Bruxelles (Zaventem) alle ORE 10:35.

ORE 11.15. Trasferimento in centro: ogni 20 minuti il treno IC (piano -1 del Terminal) porta alla stazione Central. Biglietto: 18,00€ a\r, si acquista in stazione o ai distributori automatici. Durante il weekend si ha diritto a tariffe agevolate: per sabato il costo del trasferimento a\r è di 15,60€.

bruxelles-Galeries-Royales-St-Hubert

ORE 12.00. FOOD FIRST! La prima tappa è Panos (Rue du Marché aux Herbes 85), dove facciamo un pranzo veloce con panini tipici davanti all’accogliente

Benvenuti a Bruxelles!

grand-place-bruxelles

ORE 12.45. SELFIE IN MEZZO ALLA PIAZZA! La vicina Grand Place è patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco ed é una delle piazze più belle al mondo. Circondata da diversi palazzi (il Municipio e la Maison du Roi) ci permette di assistere a matrimoni omosessuali ed eterosessuali in contemporanea, mostrandoci subito il lato più progressista del Belgio, che è il secondo paese al mondo ad aver legalizzato il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

ORE 13.00. STRANI MONUMENTI E DOLCI DA URLO. Ci incamminiamo verso la prossima attrazione, il Manneken Pis, “il bambino che fa pipì”. Sul percorso ammirariamo il monumento Everard ‘T Serclaes, dedicato ad un cittadino che salvò Bruxelles nel 1356. Si dice che toccare un braccio della statua porti fortuna e faccia avverare i desideri, quindi non perdiamo l’occasione!

Manneken Pis

Arriviamo poi al Manneken Pis, simbolo dell’indipendenza degli abitanti di Bruxelles, che volente o nolente, è un’attrazione da non perdere. Questa simpatica statuetta è solitamente nuda, ma a volte viene vestita con graziosi abitini su misura, di cui ne possiede un enorme guardaroba. Noi lo troviamo vestita di giallo! Vicino a questa curiosa attrazione ci sono alcune delle più golose pasticcerie di Bruxelles specializzate in gauffres, il dolce tipico belga servito sia con una spolverata di zucchero, che con ricche farciture di panna e frutta. Diamo spazio alla golosità con una breve pausa, poi ripartiamo!

gaufres-waffles

13.30. IL PANORAMA DAL MONTS DES ART. Raggiungiamo una delle zone più belle di Bruxelles: si tratta di un piccolo complesso urbanistico che comprende edifici come il Palazzo dei Congressi e la Biblioteca Nazionale, che si affacciano su uno stupendo giardino sviluppato su più livelli. Ci godiamo il panorama e facciamo una pausa: qui le foto si sprecano!

monts-des-art-bruxelles

Cioccolato, cioccolato e ancora.. cioccolato!

ORE 14.00. IL QUARTIERE PIU’ ELEGANTE. Raggiungiamo il vicino quartiere Du Sablon, il più elegante della città, imperdibile per la presenza della cattedrale tardo-gotica di Notre Dame du Sablon, e per le vetrine delle più antiche pasticcerie della città com Wittamer e Marcolini.

notre-dame-sablon

ORE 14.15: IL PALAZZO DI GIUSTIZIA. E’ la sede del Tribunale di Giustizia Nazionale, e la sua architettura imponente lo rende una delle strutture più belle della città. Noi lo troviamo in restauro, quindi gli diamo un’occhiata dall’esterno e proseguiamo.

ORE 14.30. IL PALAZZO REALE. E’ il momento di dedicarci ad uno degli edifici più importanti di Bruxelles, il Palazzo Reale, sede della monarchia costituzionale belga. I sovrani non vi risiedono da più di un secolo (attualmente vivono nel Palazzo di Laeken) quindi in quest’orario è possibile assistere al cerimoniale del cambio della guardia solo in alcuni periodi dell’anno, dal 21 luglio (la festa nazionale) fino all’inizio di settembre, quando il Palazzo è aperto alle visite.

palazzo-reale-di-bruxelles-belgio

Noi ci limitiamo a vederne il perimetro con i curatissimi giardini, e fotografiamo gli edifici che lo circondano: Il Palais des accademie e il Palais des Beaux Arts.

Bruxelles, perfetto mix di antico e moderno

ORE 15.00. UN SALTO AL PARLAMENTO. È arrivato ora il momento di stupirci davanti al volto moderno della città! Raggiungiamo il Quartiere Europeo, dove nuovi edifici di fama mondiale si intervallano a belle aree verdi, come il Leopold Park. Qui si trova il Parlamento Europeo, accessibile gratuitamente sia in autonomia che con l’ausilio di guide, in tutti i giorni non festivi.

emiciclo-parlamento-europeo-visita-breve

Noi visitiamo l’Emiciclo, ovvero dove il Parlamento si riunisce, e mezz’ora ci basta per scoprire l’atmosfera del più grande parlamento transnazionale d’Europa, che ospita gli uffici dei deputati e il cuore delle attività! Questa visita si può fare solo in determinati giorni e orari, che variano da periodo a periodo; prima di partire è meglio consultare il sito ufficiale.

Bruxelles euro parlamento viaggiatori per caso

ORE 16.00. RELAX NEL PARCO DEL CINQUANTENARIO. Vicino al Parlamento c’è il curatissimo Leopold Park: ci passiamo accanto attraversando la strada che ci conduce al Parco del Cinquantenario, che è stato Istituito nel 1880 per commemorare il 50° anniversario dell’indipendenza del paese. L’attrazione principale è l’imponente Palais du Cinquantenaire, le cui ali sono legate da un monumentale arco del trionfo, e che sono sede di due dei musei più interessanti di Bruxelles: il Museo Reale di arte e storia ed il Museo delle armi.

Parco-del-Cinquantenario-Istituito-nel-1880

Dopo le foto di rito, ci sediamo per un momento di relax e una bibita (rigorosamente organica ed ecosostenibile) nel bar all’aperto del parco.

ORE 16.45: ESSERE ALLA STAZIONE per tornare in aeroporto.
ORE 18:45. VOLO Bruxelles (Zaventem) con arrivo a Milano (Bergamo) alle ORE 20.20.

L’Alternativa

In questa tappa di #unacittàalgiorno purtroppo abbiamo avuto a disposizione davvero poche ore, e mezz’ora di ritardo del nostro volo Ryanair ha inciso ulteriormente sulla selezione delle attrazioni visitabili. Ecco perchè abbiamo scelto di non visitare l’Atomium, attrazione molto turistica e molto lontana dal centro, preferendo goderci le vie della città e la loro atmosfera.

Atomium-da-aereo

Ma se hai a disposizione ancora un paio d’ore e non vuoi perderti questo monumento, prendi la linea 1 rosa (o 5 gialla) della metro dalla stazione fino a Beekkant, poi cambia con la 6 azzurra fino a fino a Heysel/Heizel.

Spese a persona

Volo a\r: 40,00€
Parcheggio: 3,00€
Colazione: 3,00€
Treno: 15,60€ a/r
Pranzo: 6,00€
Waffle: 6,00€
Souvenir: 4,00€
Bar: 4,40€
TOTALE: 82,00€

Ancora una volta abbiamo avuto quella che per noi Viaggiatori per Caso è sempre una possibilità speciale: quella di dare un’occhiata ad un Paese che non conoscevamo e avere un assaggio di una città nuova con poche ore e un budget ridottissimo. Bruxelles è stata una bellissima parentesi nella nostra routine quotidiana, una città dall’atmosfera insieme storica e modernissima, cosmopolita e accogliente, stravagante e discreta. Ancora non abbiamo deciso se torneremo nella capitale del Belgio per dedicarle più tempo, ma sicuramente stiamo programmando di visitare nuovamente una città europea in un giorno solo!

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

18 thoughts on “Europarlamentari per caso. Come vedere Bruxelles in un giorno… volo incluso!”

    1. sì hai ragione, alzarsi presto e tornare tardi e soprattutto camminare moltissimo durante la giornata richiede una buona dose di energie. Ma non so a te, a noi viaggiare ne dà sempre tantissime!

    1. È un’idea di viaggio che stupisce molti, Ma da quando abbiamo iniziato abbiamo sempre più richieste di partecipazione, perché davvero tante sono le persone che vorrebbero viaggiare ma non hanno possibilità di ferie o di soldi.

  1. Sappi che io ormai sono una fan di #unacittàalgiorno! Adoro il modo in cui prendete e partite solo per poche ore all’avventura. E poi vedere quello che spendete a persona, aiuta meglio il lettore a pianificare qualcosa di simile.

  2. Bruxelles è una delle mie mete europee preferite… Che bello ripercorrere con voi tutti questi luoghi in questo post!

  3. Sempre belle queste vostre “follie di una giornata”, Bruxelles, tra l’altro, secondo me si presta per questo tipo di avventura. E come ti invidio l’aeroporto con tutti quei voli low cost a portata di mano…..

    1. Hai ragione Sabina, senza un aeroporto nel raggio di al massimo un’ora e mezza di strada non varrebbe la pena “imbarcarsi” (scusa il gioco di parole!!) in giornate così!!

  4. Questo lo salvo nei preferiti. Non so quanto sia corretta la mia percezione, ma Bruxelles un po’ come Zurigo o altre città europee mi sa di extra-costosa. Ecco allora che l’itinerario di un giorno, per visitare giusto la città senza il bisogno di “servizi” extra, lo trovo un compromesso perfetto. Mi sa che ti seguirò e organizzerò il prima possibile il mio.

  5. Siete riusciti ad entusiasmare anche me che viaggio lenta. Sinceramente, leggendovi, inizio a pensare che una volta almeno ci voglio provare a visitare una città eurpea in un giorno.

Lascia un commento