…ma un viaggio negli Stati Uniti, quanto costa?
DESTINAZIONI AMERICA NORD AMERICA USA

…ma un viaggio negli Stati Uniti, quanto costa?

Quando mi fanno questa domanda non so mai bene cosa rispondere: dipende!
Negli USA, così come in tutto il mondo, si può spendere tanto o si può spendere poco.
Prenotate un volo di linea in una festività o in altissima stagione, alberghi 4/5 stelle, frequentate ristoranti eleganti accompagnando i pasti con vini pregiati, e il viaggio vi costerà moltissimo.
Se invece volete spendere poco, non occorre necessariamente dormire in ostello o postacci poco raccomandabili e pranzare da McDonalds. Ci sono modi altrettanto economici di passare qualche settimana negli USA, spendendo il giusto. Come?

1. COMPRARE PRESTISSIMO I VOLI

Acquistateli con largo anticipo (5/6 mesi prima) tenendo d’occhio i siti che fanno da motore di ricerca su più compagnie (se volete sapere quali sono i migliori, leggete l’articolo I migliori siti per cercare voli economici)… e scegliete le date di partenza e ritorno evitando i weekend. Potete cavarvela tranquillamente con un prezzo finito di 700€, anche ad agosto.

2. PRENOTARE ALLOGGI CON LA COLAZIONE

Scegliete, in fase di prenotazione, motel che offrano la colazione. Nella maggior parte dei casi si tratterà di un bel buffet in cui potrete trovare dal classico caffè (americano, ovviamente!), ai cornflakes e muffin, fino al bacon e alla frutta. Con la pancia piena, a pranzo vi basterà uno snack o un’insalatona, magari acquistata in un Walmart locale, da veri americani. Evitate Starbucks e simili: per gli americani, la colazione è un pasto vero… e vi costerebbe quasi come una cena!

3. DORMIRE NEI MOTEL AMERICANI

Come alloggiare negli USA spendendo poco? I motel sono la soluzione più economica, oltre che la più caratteristica! Il motel, però, può risultare particolarmente deludente se si esagera nel tentativo di risparmiare, ed è adatto principalmente ad un viaggio “on the road”. In ogni caso noi vogliamo viaggiare low cost, quindi scordatevi gli hotel di lusso!
Se volete assicurarvi standard qualitativi più o meno costanti e prezzi onesti, scegeliete le catene più importanti. Se però il vostro è un semplice soggiorno in una città come New York o San Francisco, ricordatevi che raramente le catene di motel sono presenti nei centri urbani e dovrete ricorrere ad altre soluzioni. Le stanze dei motel / hotel poi sono spesso da 4 persone (doppio queen / king bed), quindi se siete in 4 il risparmio è massimo.

4. PRANZO E CENA EASY

Mangiare negli USA costa mediamente meno che in Italia. Ovvio, se andate in un locale costoso, vi spennerano a dovere; ma in un diner, di norma ve la caverete con poco. Diciamo che con 15/20€ a testa mangiate e bevete abbondantemente.
Acqua e ghiaccio sono sempre gratis; le bibite vengono pagate solo la prima volta, e poi vengono rimpite quante volte volete. Non dimenticate la mancia!
Spesso per pranzo noi andavamo nei supermercati (Walmart, Dollar General ecc., gli USA ne sono pieni), dove si possono trovare moltissimi cibi già pronti, anche caldi, da consumare in hotel o on the road. Abbiamo mangiato decine di insalatone, già pronte con condimento e posate, e frutta mista già tagliata. Oltretutto in quasi tutte le camere di motel troverete un bollitore per l’acqua calda, così potrete acquistare noodles o zuppe e con pochi dollari avrete il vostro pranzo/cena.

E se stai programmando un viaggio on the road, forse possono esserti utili i nostri 10 Consigli per viaggio un on the road perfetto!

0 thoughts on “…ma un viaggio negli Stati Uniti, quanto costa?”

  1. Quando avrò trovato il metodo per affrontare tutte quelle ore di aereo sarà il primo viaggio che farò! È il mio sogno nel cassetto da anni. Comunque grazie mille per tutte queste informazioni 😊

    1. Ciao viaggiamenteblog!! Grazie a te per il commento. Ti dirò che quest’estate siamo stati in Australia, e pure noi avevamo questa preoccupazione: ce la faremo a resistere tutte quelle ore sull’aereo??? C’è sicuramente qualche trucchetto che aiuta (anzi mi stai dando lo spunto per un nuovo articolo 😀 ) ma il principale è affrontare il volo più lungo durante la notte. Dormendo le ore volano senza che ce ne si accorga!!

      1. Questo sicuramente…però oltre all’ansia delle tante ore c’è proprio l’ansia di stare male. Purtroppo soffro da morire il mal d’aria e il solo pensiero di stare così tanto tempo mi fa stare male. Però mi farebbe molto piacere leggere un post del genere :))))) un abbraccio. Federica

        1. Ah ma allora credo che abbiamo lo stesso problema! Non sto mai male durante i voli brevi, ma con quelli lunghi sempre più spesso, soprattutto se c’è turbolenza, quando mi risveglio sto malissimo. Oltre a trascinarmi il malessere per molte ore… è davvero imbarazzante! Ho provato a non mangiare, a mangiare solo cibo solido… alla fine ho risolto con delle nomalissime pastigliette per il mal d’auto 🙂

          1. Le patigliette per il mal d’auto?non lo avrei mai detto…avrei pensato più a qualche sonnifero bello pesante da metterti ko per tutto il tempo 😛 . Allora se ne parli più dettagliatamente in un altro post lo aspetterò con ansia (tanto per restare in tema) ahahahah

Lascia un commento