E facemu trentunu! Tutta Palermo in un giorno solo
EUROPA ITALIA #unacittàalgiorno

E facemu trentunu! Tutta Palermo in un giorno solo

Palermo non era una di quelle città che “ci chiamava”, lo confesso. Non avevamo neanche in mente di visitarla, a dirla tutta; e neppure ci saremmo aspettati che avremmo considerato, al nostro ritorno, questa giornata unica e assolutamente da ricordare! Ma niente succede per caso, e una serie di coincidenze, tra cui l’ottimo prezzo del volo in combinazione con orari e data, ci ha portati nella magnifica città siciliana in un caldo sabato di febbraio, per una nuova tappa di #unacittàalgiorno!

in-volo-alba

Itinerario per visitare Palermo in un giorno

ORE 06:25 – Partenza da Milano Malpensa con volo Ryanair, arrivo a Palermo alle ore 8.00.

ORE 8.27 – TRASFERIMENTO IN CENTRO. Il treno Trinacria Express collega l’Aeroporto Falcone-Borsellino (Stazione Punta Raisi) con il centro città: si può arrivare fino al capolinea Stazione Centrale, ma noi scendiamo alla fermata Palermo Lolli. Il biglietto costa 5,90€ a tratta, le partenze sono circa ogni 30 minuti e il tempo di percorrenza di circa 45 minuti /1 ora a seconda delle fermate effettuate. Facciamo i biglietti in stazione alle macchinette automatiche.

Tutta Palermo in un solo giorno

ORE 9.00 – BENVENUTI A PALERMO! Il capoluogo della Sicilia si trova nella cosiddetta Conca d’Oro, e tutta la città è un vero capolavoro artistico. Il suo centro storico è il più grande d’Europa, infatti è ricco di monumenti, chiese e musei d’importanza storica e culturale. Forse non basterebbe una settimana per visitarla tutta, però possiamo averne un assaggio con questo itinerario che ci porta a Palermo per un giorno. Seguici!

Iniziamo dalla colazione!

ORE 9.30 – Raggiungiamo Piazza Ruggero Settimo, una delle piazze più importanti della città. Con Piazza Castelnuovo forma la cosiddetta Piazza Politeama, infatti qui si trova uno dei teatri-simbolo della città, il Politeama.

teatro-politeama-palermo

Ora all’Antico Caffè Spinnato (via Principe di Belmonte 107), bar pasticceria storico, ci tuffiamo tra le delizie della colazione in puro stile palermitano: cappuccino e cannolo, consumati rigorosamente all’aperto: a febbraio la temperatura è di 12°!

palermo colazione cannolo e cappuccio spinnato

ORE 10.00 – Recuperate le energie, è ora di dirigersi al Castello della Zisa passando da Piazza Verdi, dove c’è il Teatro Massimo, capolavoro neoclassico e più grande teatro lirico d’Italia, oltre che set di una delle scene più importanti del celebre film Il Padrino!

Teatro-Massimo-Palermo

ORE 10.30 – Sulla strada però facciamo tappa da Nino U Ballerino (Corso C. Finocchiaro Aprile, 76) per assaggiare i tipicissimi panino con la milza e panino con le panelle!

panino-con-la-milza

ORE 11.00 – Siamo al Castello della Zisa, capolavoro del XII secolo. E’ una delle testimonianze del dominio normanno in Sicilia, una vera corte araba. Il parco esterno è ad ingresso gratuito.

palermo-la-zisa

Quando usciamo facciamo una tappa per assaggiare un po’ di vero street food palermitano: lo sfincione, una gustosissima via di mezzo tra una focaccia e una pizza!

Il Palazzo Reale

ORE 11.30 – Passando da Porta Nuova arriviamo al Palazzo dei Normanni o Palazzo Reale di Palermo, magnifico edificio del IX secolo (ingresso in Piazza Indipendenza, orari 8.15-17.45). Per evitare le file, abbiamo preacquistato il biglietto sul sito ufficiale. All’interno ammiriamo decine di opere d’arte, sale con arredi storici e la spettacolare Cappella Palatina. Una parte del palazzo tuttora ospita l’Assemblea Regionale Siciliana.

palermo-la-cappella-palatina

ORE 12.30 – Usciti dal Palazzo Reale facciamo una piccola deviazione in via dei Benedettini per vedere la Chiesa di San Giovanni degli Eremiti: un gioiellino architettonico nascosto dalla fitta vegetazione del suo cortile. La guardiamo solo da fuori perchè questa piccola chiesa, all’interno, è letteralmente vuota.

Piazza-della-Vittoria-Palermo-Sicilia

Da qui, tagliando in diagonale Piazza della Vittoria raggiungiamo Corso Vittorio Emanuele, via principale della città detta “il Cassaro”.

ORE 12.45 – Raggiungiamo la Cattedrale di Palermo: il colpo d’occhio è quasi abbagliante! Lo stile della facciata è gotico catalano, mentre la cupola è tardo barocca e l’interno neoclassico. Infatti la Cattedrale fu prima chiesa cattolica, quindi moschea mussulmana ed infine, dal 1185, nuovamente cristiana.

palermo-la-cattedrale

Qui possiamo vedere le spoglie dei re di Sicilia, tra cui Federico II e Ruggero II, oltre alle reliquie di Santa Rosalia, celebre patrona di Palermo. Orari: 7.00 – 19.00, l’ingresso è gratuito. Infine saliamo in cima al tetto della Cattedrale: una stretta scala a chiocciola ci porta ad ammirare un panorama pazzesco su tutta Palermo. L’accesso alla scala è da una porta all’interno della cattedrale, che si raggiunge dopo aver pagato il biglietto di 5,00 Euro.

panorama-dal-tetto-della-cattedrale-di-palermo

I Quattro Canti

ORE 13.30 – Proseguiamo sul Cassaro fino ad incrociare via Maqueda: quest’incrocio, ovvero Piazza Villena, è praticamente un gigantesco monumento barocco chiamato “I Quattro Canti“. Poi ci spostiamo nella vicinissima Piazza Pretoria e ammiriamo una delle fontane più belle d’Italia: la Fontana Pretoria, detta anche “Fontana della Vergogna” per via della nudità delle statue che la decorano.

palermo-fontana-della-vergogna

La stessa piazza ospita anche il Municipio di Palermo, aperto gratuitamente al pubblico. Approfittiamone per una breve visita!

palermo-il-municipio

ORE 14.00 – E’ ORA DI MANGIARE! Pranziamo presso un ristorante che propone piatti tipici regionali convenzionato con The Fork, che ci permette un ottimo pasto con lo  sconto del 50%.

spaghetti-nero-seppia-palermo

E finalmente il mare!

ORE 15.00 – Raggiungiamo la vicinissima Piazza Marina e i suoi palazzi antichi, e allo storico Caffè del Professore (via Roma 276) facciamo una tappa per caffè e dolce, compreso qualche cannolo da portare a casa!

ORE 16.00 – Arriviamo a Porta Felice, magnifico ingresso monumentale alla città, che da una parte si affaccia sul mare e dall’altra su via Vittorio Emanuele. Ci fermiamo per qualche minuto di relax.

palermo-porta-felice

La Vucciria di Palermo

ORE 16.15 – Risaliamo via Vittorio Emanuele e prendiamo la via Roma, per arrivare nella zona del più antico e autentico mercato di Palermo, La Vucciria. Oggi questa zona è centro della movida palermitana e dello street food.

la-vucciria-palermo

ORE 17.00 – Raggiugiamo Piazza Bellini, una delle piazze più belle della città, che ospita tre chiese la cui visita è imperdibile: Santa Caterina d’Alessandria (€ 3,00), la chiesa di San Cataldo (€ 2,50) e Santa Maria dell’Ammiraglio.

san-cataldo-palermo

Quest’ultima è detta “La Martorana”, perché si dice che qui fu creato per la prima volta questo dolce, simbolo della Sicilia, come dono per il Papa. Ora è una chiesa italo-albanese con rito ortodosso (ingresso 2,00€). Noi scegliamo di entrare solo nelle ultime due chiese, ottenendo al primo ingresso uno sconto sul biglietto del secondo.

Santa-Maria-dell-Ammiraglio

ORE 17.30 – Da Passami ù Coppu (via Roma, 195) possiamo fare scorta di ottimo street food da asporto per cena!

ORE 17.50 – Per quest’ora siamo in Stazione Centrale, per fare i biglietti e prendere il treno delle 18.08. Arriviamo in aeroporto per le ore 19.16.
ORE 20:55 – Prendiamo il volo di ritorno con Ryanair e arriviamo a Milano Malpensa alle ore 22:45.

palermo-in-un-giorno

Anche questa volta siamo tornati da #unacittàalgiorno stanchi ma emozionatissimi. Palermo, anche in un giornata soltanto, ha saputo sconvolgerci profondamente; ci ha mostrato l’anima più vera della Sicilia, le sue difficoltà e l’abbagliante ricchezza storica che ha ricevuto in eredità dal passato. Ci ha fatto impazzire col suo street food tipico (alcune specialità sono introvabili anche nel resto della Sicilia!) ma soprattutto, anche in quest’occasione abbiamo sperimentato come per perdersi in luoghi affascinanti e provare il sapore di una cultura forte e differente, non occorra il passaporto!

palemmo-in-un-giorno

Palermo in un giorno: spese a persona

Voli = 39,5 €
Parcheggio = 3€
Trinacria Express = 5,90×2 = 11,8€
Colazione: 5,5€
Panino e sfincione = 2€
Tetti cattedrale = 5€
Pranzo = 12€
Caffè e dolci = 7,5€
Ingresso Martorana = 2€
Ingresso San Cataldo con sconto = 1,5€
Caffè = 1€
Arancine = 9€

TOTALE = 99,8€

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

26 thoughts on “E facemu trentunu! Tutta Palermo in un giorno solo”

  1. Mi piace molto questo vostro progetto di #unacittàalgiorno. Palermo è una città a cui sono molto legata con dei ricordi bellissimi. È stato bello tornarci grazie a voi!

  2. Oh che bella Palermo! Ancora non l’ho visitata ma ora mi hai spinto a farci una visita quanto prima possibile. Ho apprezzato il tuo itinerario fattibile in un giorno ed il conto finale. – Paolo

  3. penso che la sicilia sia un luogo turistico sottovalutato, è magnifica. bellissime foto btw, complimenti!

    1. Grazie di cuore Gianluca!! In ogni caso concordo con te, se non che alcune zone come Palermo sono davvero un po’ trascurate. Con una bella ripulita e rivalutazione delle zone turistiche potrebbe competere con le grandi capitali europee!

  4. Quanti ricordi che mi sono tornati in mente grazie al tuo articolo. Ho fatto l’Università a Palermo e prima di trasferirmi in UK, abitavo ad un’ora di macchina da questa perla tutta Siciliana. Sono felice che ti sia ricreduta su Palermo.

  5. In una sola giornata siete riusciti a vedere tantissimo! Proprio bello questo assaggio di Palermo, mi sono annotata qualche posticino. Chissà che, prima o poi, non riesca anche io a fare una toccata e fuga!

    1. I voli per Palermo si riescono spesso a trovare ad un ottimo prezzo. Certo se potessi restare un giorno in più sarebbe perfetto: c’è ancora tanto da vedere a Palermo!

  6. Che dire? Palermo è un sogno da realizzare. Da amante della storia della Magna Grecia non posso non desiderare di visitare una delle più belle città italiane. Poi vuoi mettere la possibilità di provare lo sfincione? Inoltre ho trovato molto utile lo schema finale sulle spese giornaliere.
    Maria Domenica

  7. Sono stata a Palermo qualche anno fa e non l’avevo vista così bene come hai fatto tu. Hai ragione sui voli, non so perché (anzi forse immagino) ma i voli per Catania sono più costosi dei voli per Palermo. Mi sa che dovrò rivisitarla!

  8. certo che con 100 euro scarsi avete trascorso una bellissima giornata a Palermo…… avete visitato anche tanti posti magnifici…..

  9. dici che si può fare in un giorno? ho paura di morire a far tutto in un giorno ma ci proverò, male che vada farò un fine settimana! Palermo è troppo bella e la voglio assolutamente visitare

Lascia un commento