I trasporti cinesi, organizzazione e tecnologia
DESTINAZIONI ASIA CINA

I trasporti cinesi, organizzazione e tecnologia

Una volta tornati dalle nostre tre settimane cinesi, una domanda che ci siamo sentiti rivolgere molte volte è stata: “La Cina è come ve la aspettavate?“. A questa domanda abbiamo sempre risposto… NO! Perchè la Cina in realtà si è rivelata molto, molto di più di quello che ci aspettavamo!

Soprattutto per quanto riguarda il livello di tecnologia di questo Paese abbiamo ricevuto un vero schiaffo! Infatto lo abbiamo trovato decisamente più avanzato di quanto osassimo immaginare, al punto che confrontando la Cina con il Giappone, che abbiamo visitato solo pochi anni fa, abbiamo dovuto constatare che per determinati aspetti, il Giappone sembra già quasi… vecchio!

I mezzi di trasporto sono forse l’esempio più evidente di questa tecnologia galoppante, e non solo per l’esistenza di una fitta rete di treni ad altissima velocità, tra cui il Maglevil treno a lievitazione magnetica; ma anche per quanto riguarda le piccole cose di tutti i giorni, come l’uso di gettoni digitali al posto dei tradizionali biglietti per l’ingresso in metropolitana.

Durante i nostri trasferimenti da una parte all’altra del territorio cinese abbiamo avuto la possibilità di passare da diversi aeroporti e moltissime stazioni. Il treno ​​infatti è forse il modo migliore per viaggiare in Cina, e sicuramente quello che noi abbiamo utilizzato di più; anche perchè la Cina dispone di una rete ferroviaria ad alta velocità estremamente capillare, la più grande al mondo.

Il treno è anche un modo relativamente economico di viaggiare, anche se i G-Train, i più veloci che raggiungono i 300 km/h, non costano proprio poco! Ma soprattutto il treno in Cina è un mezzo molto moderno e confortevole. Oltretutto si dice che siano in fase di realizzazione progetti che porteranno le reti dei treni cinesi ad alta velocità ad uno sviluppo faraonico, finora neppure concepito nel resto del mondo. Nonostante questa enorme disponibilità di posti, viaggiando in alta stagione (agosto è periodo di ferie anche per i cinesi) è praticamente obbligatorio prenotare i biglietti in anticipo: leggi nell’articolo Piccola guida per un viaggio in Cina fai da te come abbiamo fatto.

Insomma, viaggiando in Cina la sensazione che abbiamo provato più spesso è stata di… stupore! Ecco perchè…

SPAZI GRANDISSIMI

Se in Cina le stazioni dei treni somigliano spesso ad aeroporti, immaginate… le dimensioni degli aeroporti! Quelli cinesi infatti sono i più importanti scali di tutta l’Asia, e quello di Beijing Capital (Pechino Capitale) uno dei più grandi al mondo per traffico di passeggeri.

Per questo negli aeroporti delle grandi città gli spazi sono ampissimi e luminosi, ma non solo: spesso sono arricchiti da una notevole tecnologia, come schermi in movimento, wi-fi e stazioni di ricarica gratuita per tutti i passeggeri.

Areroporti e compagnie aeree interne sono molto numerose: la sola Air China, ad esempio, serve più di 80 città. Purtroppo, come abbiamo dovuto notare anche noi, i voli sono quasi sempre in ritardo, a causa della scarsa disponibilità di spazio aereo, che nella maggior parte dei casi viene controllato dai militari.

ORGANIZZAZIONE

Se utilizzerete i treni, dovrete tener conto che nelle metropoli cinesi esistono quasi sempre più stazioni ferroviarie. In genere sono associate a una direzione cardinale, e sono molto distanti tra di loro. Quindi per prima cosa occorre capire esattamente di quale stazione vi servirete, o a quale il vostro alloggio sarà più vicina.

Una volta scelta la tratta e acquistato il ticket, sul vostro biglietto troverete ben organizzate tutte le informazioni utili: stazione di partenza, data, orario, codice del treno. Con un’accurata lettura troverete anche il gate d’accesso al treno (sì, come gli aeroporti!), ma anche carrozza e posto a sedere.

Impossibile sbagliare treno: al gate vengono sempre controllati i biglietti dal personale, oppure dai tornelli automatici. E anche per l’accesso al gate, attenzione perchè potrebbero formarsi più file in base al tipo di biglietto. Nonostante la precisissima organizzazione, per orientarsi è sempre meglio essere in stazione con largo anticipo rispetto all’orario di partenza… non come noi, che salivamo sempre di corsa!!!

SICUREZZA MANIACALE

Dal 2000, la crescita della rete metropolitana nelle città cinesi ha registrato un vero boom. Noi stessi durante il nostro viaggio siamo più volte rimasti stupiti davanti a nuove linee della metro già attive e funzionanti, di cui nelle mappe dell’anno prima non c’era nessuna traccia!

Oltre ad essere estremamente capillare e puntuale, la rete della metropolitana cinese è anche sicurissima: non è consentito accedere senza passare i controlli di scurezza. Nelle stazioni è lo stesso, oltretutto non si può entrare se non si ha già un biglietto in mano, accompagnato da documenti. Nel caso non l’abbiate prenotato, il ticket è acquistabile anche al momento, ma all’esterno della stazione.

MODA E GRANDI MARCHI (NON SOLO CINESI!)

Negli aeroporti e nelle grandi stazioni cinesi troverete il top del lusso internazionale, grandi marchi di moda e artigianato di classe. Si tratta di prodotti di altissima qualità, nella maggior parte dei casi troppo costosi anche per noi occidentali!

Ma se non avete grandi budget per lo shopping come noi, non spaventatevi. Ci sono anche decine di supermercati, Starbucks, negozi e ristoranti tradizionali che vendono prodotti per tutte le tasche!

PULIZIA ESTREMA

Se, come molti, anche voi avete paura che i cinesi siano un popolo poco pulito, vi dovrete ricredere. Credo di non aver mai visto tanta cura e tanta pulizia degli spazi pubblici come nelle metropolitane e nelle stazioni cinesi. Al punto che tornati in Italia, troppo spesso siamo rimasti delusi dal confronto della Cina con il nostro Belpaese!

E’ vero, nelle cittadine più piccole aeroporti e stazioni sono più vicini a quelle del nostro immaginario, un po’ trascurati e malconci. Ma vista la velocità con cui vengono realizzate continuamente nuove infrastrutture, non mi stupirei se tornando l’anno prossimo trovassimo già una fila di nuovissime stazioni ipertecnolgiche al loro posto!!

 

Voglio seguirvi! Mi iscrivo alla newsletter

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

13 thoughts on “I trasporti cinesi, organizzazione e tecnologia”

  1. Le stazioni dei treni son davvero enormi e visivamente bellissimeeeee… anche io ho sempre erroneamente pensato che il Giappone fosse tecnologicamente più avanzato della Cina ma quanto mi sbagliavo!!!

    1. Il Giappone è stato sempre all’avanguardia nella tecnologia, ma negli ultimi anni la Cina ha preso la rincorsa e sta superando tutti i Paesi del mondo davvero in molte cose, tra cui la tecnologia! Questo ovviamente non succede ovunque, le zone rurali si trovano ancora in condizioni molto differenti e i contrasti sono fortissimi; ma la velocità con cui stanno avvenendo questi cambiamenti è così impressionante che la modernizzazione delle metropoli lascia ancora più stupiti.

    2. Cito a tal proposito un utente di Quora che vive in Cina da 5 anni: “In Cina non si paga con la carta: si paga con il telefono, il portafogli neppure si porta. Con un’app si ordina da mangiare a casa, si pagano le spese (tutte: supermercato, negozio, estetista, palestra, tutto), si noleggia la bicicletta, si chiama il taxi, si prende il biglietto aereo, si prenota l’hotel.”

    1. Anche noi era arrivato molto poco di questo cambiamento, fino a quando non ci abbiamo messo piede e abbiamo constatato di persona!! L’unica cosa che dispiace è che in alcuni casi vengono distrutti interi quartieri di hutong (i quartieri tradizionali) per sostituirli con enormi palazzoni moderni, indubbiamente indispensabili ma bruttissimi e senza storia.

  2. La Cina raccontata da te, avvalora i racconti della mia migliore amica, che guarda caso è proprio di nazionalità Cinese, lei stessa rimane stupita della velocità di cambiamento e tecnologia in costante evoluzione della sua terra madre!! Ho in mente di andarci.. e sono convinta che saprà stupirmi al 100%!!
    Ciao buona giornata

    1. Mi fa davvero piacere avere la conferma delle mie impressioni da parte di una persona di nazionalità cinese!! Dovresti davvero visitare la Cina Gabriella, anche perchè avresti una guida d’eccezione… sono sicura che ti piacerebbe molto!

  3. Ciao, ho una piccola passione per la Cina ed è bellissimo leggere le tue parole 🙂 la velocità con cui questo paese evolve ed è cresciuto nel tempo è strabiliante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *