Visitare Mont Saint Michel. Consigli e info pratiche
DESTINAZIONI EUROPA FRANCIA

Visitare Mont Saint Michel. Consigli e info pratiche

Mont Saint Michel è un sogno. Lo è stato per noi per tanti anni, un luogo avvolto dall’aura mistica dello straordinario potere naturale di cui vive, le maree. Sognavamo di visitare Mont Saint Michel, ma fino a quest’estate non eravamo mai riusciti ad includerlo in nessun itinerario francese o europeo a causa della sua posizione, lontana dai principali aeroporti della Francia.

Come arrivare a Mont Saint-Michel

 

Abbiamo visitato Parigi (se hai in programma di andarci, leggi Vedi Parigi in weekend o anche meno) più di una volta, ma i tempi di percorrenza dalla capitale francese… sono lunghi! Anche arrivare in aereo a Mont Saint Michel non è una soluzione molto pratica, perchè l’aeroporto più vicino è quello di Rennes, a circa 75 Km, e comunque occorre un ulteriore mezzo di trasporto per raggiungere la zona. Quest’anno però, grazie (o a colpa) della situazione globale che ci ha portato a improvvisare un viaggio on the road in Francia, abbiamo avuto la possibilità di spostarci sulle strade francesi liberamente con la nostra auto, includendo finalmente questa visita. Mont Saint Michel è proprio quella sagoma familiare, vista mille volte nelle foto, che appare allo sguardo già diversi chilometri prima di raggiungerla, come un miraggio sull’orizzonte della vasta pianura della Normandia.  

MONT Saint Michel al mattino con l'alta marea

Dove dormire

Il primo dubbio che ci siamo posti è stato: dove dormire per essere comodi nel visitare l’isola e l’abbazia, ma non spendere tanto? Fino al 2012 era possibile arrivare con il proprio mezzo fino all’ingresso di Mont Saint Michel. Da quell’anno però la situazione è cambiata, in quanto è stato necessario apportare delle modifiche per non alterare lo spettacolo delle maree. Dopo aver visitato la zona il consiglio che possiamo dare, sia che tu arrivi in auto, sia che arrivi con altri mezzi di trasporto, è di prenotare un hotel all’interno dell’area a traffico limitato chiusa dalla sbarra. Questo perchè l’accesso alla zona è pagamento in ogni caso, e costa 9,10€ per ogni mezzo di trasporto e per ogni volta che si accede; inoltre i parcheggi pubblici all’interno costano 12.00€.

Itinerario on the road in Francia

Come spostarsi. Prenotando un hotel all’interno della sbarra non pagherai il parcheggio ma solo l’ingresso, per una volta sola. Inoltre non avrai più necessità di spostare l’auto in quanto potrai raggiungere l’isola anche a piedi lungo un percorso di circa 2 km. Altrimenti, se non vuoi camminare, puoi prendere la navetta gratuita che percorre la strada dalla sbarra all’isola, con partenze ogni 15 minuti dalle 7.30 alle 24.00 e fermata a 400 metri dalle mura. Oppure puoi scegliere la navetta trainata dai cavalli.
Se lascerai l’auto nel parcheggio di un hotel all’interno della zona a pagamento, ricorda che l’albergo ti dovrà fornire un codice per accedere alla sbarra, altrimenti, come è successo a noi, occorre chiamare l’alloggio al momento e farselo rilasciare.

Come vedere le maree?

parnorama mont saint-michel

L’ideale è scegliere il periodo in cui visitare Mont Saint Michel tenendo conto delle previsioni del fenomeno dell’alta marea. Devi sapere che grazie ai lavori di ripristino conclusi nel 2015, oggi è di nuovo possibile vedere Mont Saint-Michel come nel passato, ovvero… come una vera e propria isola in mezzo al mare! Questo però è possibile solo durante le cosiddette Grandi Maree, ovvero quando hanno un coefficiente superiore a 100, che si verificano pochi giorni nell’arco dell’anno. In questi giorni anche la prima parte della nuova passerella di accesso al monte viene sommersa e Mont Saint Michel diventa una vera e propria isola diverse ore. Giorni e orari si possono sapere in anticipo visitando il sito ufficiale, che riporta appunto i giorni in cui si può assistere al fenomeno.
C
onoscere gli orari dell’alta e della bassa marea è utile per sapere come programmare la visita o una eventuale uscita fotografica. Ma è importante anche per conoscere i momenti in cui è possibile passeggiare liberamente sul fondale attorno all’isola. I controlli non mancano e trovarsi in spiaggia nel momento sbagliato oltre ad essere pericoloso, è anche oggetto di richiamo delle forze dell’ordine.

Gli orari migliori per fotografare Mont Saint Michel

viaggiatori per cosa Visitare Mont Saint Michel Consigli e info pratiche - viaggiatori per caso

Da buoni appassionati di fotografia abbiamo fatto uscite in orari differenti, per capire quando è il momento migliore per fotografare Mont Saint Michel. Abbiamo scattato foto all’isoletta durante l’alba e il tramonto, con l’alta e la bassa marea. In definitiva possiamo dire che la luce migliore che si può avere sull’isola è sicuramente al mattino. In questo momento della giornata la luce colpisce direttamente la rocca, regalandovi dettagli del borgo medievale altrimenti sempre in ombra.

Visitare l’abbazia su Mont Saint Michel 

Anche se scegli di visitare Mont Saint Michel in un giorno o in un periodo di bassa stagione, ti consigliamo di prenotare con buon anticipo il biglietto per entrare nell’Abbazia. In particolare considera almeno qualche giorno d’anticipo nei periodi di maggior afflusso turistico. Trovi gli orari e i giorni di apertura dell’Abbazia sul sito ufficiale, dove puoi acquistare i biglietti ed è indicata anche l’ora per l’ultima entrata autorizzata.

visitare Mont Saint Michel Viaggiatori per caso

La visita al Mont Saint Michel richiede al massimo una giornata, ma alloggiare nelle sue vicinanze ti permetterà di godere di un’esperienza decisamente più completa. Potrai passeggiare per le vie del borgo alla sera, e vedere il panorama sul celebre isolotto nelle varie ore del giorno e della notte. Non dimenticare però che attorno all’isola sono presenti anche le sabbie mobili! Solamente le guide locali che conoscono bene il territorio possono muoversi in sicurezza. Quindi, attenzione!

Se hai già visitato Mont Saint-Michel e la sua rocca, e vuoi aggiungere qualche consiglio, scrivicelo nei commenti. Renderà il nostro articolo ancora più completo e utile!

 

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

20 thoughts on “Visitare Mont Saint Michel. Consigli e info pratiche”

  1. Sono due anni che sto organizzando nei minimi particolari un viaggio on the road in Francia, con partenza dall’Italia e Mont Saint Michel è nell’itinerario. Le tue informazioni sono preziose, avevo pensato di dormire l’esterno ma ora tutto cambia. Ti vorrei chiedere se, secondo te sono sufficienti 2 giorni per visitarlo

  2. Che nostalgia con il tuo articolo mi hai fatto venire di Le Mont Saint Michel, è passato qualche anno, la avevo visitata mattina, pomeriggio e sera dopo le 21 a serrande abbassate ed è stato il momento più incredibile e che non dimentico.

  3. Ho scoperto questo posto grazie ad un libro di geografia alle medie e da allora mi sono promesso di vistarlo, che fascino. Seguirò le tue dritte mi saranno utili. Non vedo l’ora di poter viaggiare di nuovo. – Paolo

  4. un posto da sogno! è da molti anni che è nella wish list ma, come avete detto bene voi, è in un punto un po’ particolare della francia… Non appena si potrà viaggiare liberamente, sicuramente ci andrò, ho atteso fin troppo!!! 🙂

  5. Questo è un posto davvero magico, sembra uscito da un libro di fiabe, un vero gioiello racchiuso tra mare, poesia e mistero, spero di poter riprendere a viaggiare è una delle nostre mete in lista d’attesa.

  6. Anche noi stiamo rimandando da tanto tempo la visita a Mont Saint Michel a causa della sua posizione un po’ defilata, ultimamente lo avevo anche un po’ accantonato, ma mi hai proprio fatto tornare la voglia di vederlo!

  7. Mi rincuora sapere che ci sono comunque dei controlli. Io ad esempio sarei così presa dalla meraviglia che potrei tranquillamente dimenticarmi di fare attenzione agli orari delle maree!

  8. Ci sono stata molti anni fa e leggendo il tuo blog post ho pensato che effettivamente sono davvero troppi. Ho molta voglia di tornarci, lo trovo davvero un luogo unico e pieno di magia sembra banale ma è così!

Cosa ne pensi? Lascia un commento!