Non visitare Parigi senza aver letto questi consigli
DESTINAZIONI EUROPA FRANCIA TOP TRAVEL

Non visitare Parigi senza aver letto questi consigli

Se hai in programma di visitare Parigi saprai già che, a partire da celebri attrazioni come la Torre Eiffel, agli ampi viali alberati che sembrano fatti apposta per passeggiare a braccetto con la persona che ami, è fin troppo facile lasciarsi catturare dal romanticismo della città! E questo prima ancora che tu ti sia trovato davanti ad una boulangerie traboccante di baguette calde e profumatissime, o tu abbia assaggiato uno gli ottimi macarons! C’è il rischio di perdere la testa nel giro di pochi minuti… quindi assicurati di partire preparato e organizzato. Così, una volta messo piede nella bellissima capitale francese, dovrai preoccuparti solamente di realizzare i sogni che ti hanno portato fin qui!

tarte_parigi_visitare

1. Arrivare a Parigi: voli e aeroporti

Innanzitutto verifica in quale aeroporto atterrerà il tuo volo tra Paris – Charles de Gaulle (CDG), Paris – Orly (ORY) o Paris – Beauvais (BVA), perchè sarà differente il modo in cui arriverai in centro città.
Il treno RER da Charles de Gaulle preleva i passeggeri ad ogni terminal e porta in centro città grazie a diverse fermate. Il viaggio dura poco più di mezz’ora. Ci sono anche molti bus che partono da ogni terminal e arrivano in diversi punti della città; il viaggio dura tra i 50 e i 75 minuti. Trovi la mappa dell’aeroporto e i dettagli qui.

Dall’aeroporto di Orly puoi prendere il treno Orlyval fino alla stazione di Antony, quindi cambiare con la RER-B per il centro, che ferma in più destinazioni (circa 35 minuti) oppure la navetta Orlybus che in circa 30 minuti ti porta alla principale stazione di metro e RER Denfert-Rochereau. Mappa dell’aeroporto e dettagli qui.

Beauvais è invece l’aeroporto più lontano (si trova a circa 80km da Parigi), ed è utilizzato principalmente per i voli low-cost. Anche questo aeroporto è comunque ben servito dagli autobus che consentono di raggiungere la fermata Porte Maillot in circa 1 ora e 30. Le compagnie aeree però consigliano di prendere il bus circa 3 ore prima della partenza del volo, per non rischiare inconvenienti dovuti al traffico. Trovi mappa dell’aeroporto e dettagli qui.

2. La lingua

Anche se non l’hai mai studiato, fai uno sforzo ed impara alcune frasi base in francese! E anche se tutto cià che ricordi dai tempi delle scuole è “bonjour”, prova a dirlo e magari continua con “parlez-vous anglais?”. Ricorda anche di ringraziare con qualche “merci”: la maggior parte dei francesi è molto nazionalista, e così sarà molto più disponibile ad aiutarti!

3. Dove alloggiare

quartieri parigi arrondissement

Se è la prima volta che visiti Parigi, il tuo obiettivo principale sarà probailmente visitare tutte i must see della città, come il Louvre e Notre Dame: l’ideale è quindi soggiornare nel I arrondissement. E’ vero, pagherai un po’ di più per avere la comodità di essere a pochi passi da musei e attrazioni, ma questa zona è la base ideale se sei a corto di tempo ed esperienza.

Se invece vuoi privilegiare la tranquillità e non ti scoccia spostarti, scegli il quartiere Le Marais, che attraversa il III e il IV arrondissement. E’ centrale senza essere invaso dai turisti; se poi prenoterai un appartamento qui, potrai vivere la città come un vero parigino!

Saint-Germain-de-Prés era invece una volta il ritrovo di grandi artisti come Picasso ed Hemingway. Ora la classica atmosfera parigina sopravvive, ma eleganti boutique e ristoranti originali hanno in gran parte sostituito il suo stile bohémien. Invece, se sceglierai di alloggiare vicino a Canal St Martin, ti ritroverai nel classico quartiere operaio che ora è un alternativo punto di partenza per artisti emergenti, e non avrai che l’imbarazzo di scegliere tra una miriade di bar alla moda.

4. Il galateo

parigini francesi simpatici antipatici

Si dice che i parigini siano antipatici e scortesi, ma ti confesso che durante i nostri viaggi in Francia, noi non abbiamo mai avuto questa impressione! Secondo me fa molta differenza il tipo di atteggiamento che hai verso di loro. Certo, se trascuri di salutare il cameriere, il commesso o chiunque ti aiuti, la gente del posto probabilmente penserà…. che quelli antipatici siano gli italiani! Quindi non essere prevenuto, saluta e sorridi sempre: a noi spesso è stato offerto aiuto senza che neanche lo chiedessimo!

5. Quando visitare Parigi

autunno a parigi viaggiatori per caso

Su questo argomento troverai diverse correnti di pensiero. Alcuni sostengono che l’estate sia la stagione ideale per visitare Parigi, quando il clima è caldo e le Plages di Parigi (le spiagge artificiali che costeggiano la Senna tra luglio e settembre) sono perfette per rilassarsi tra una visita e l’altra. Altri invece suggeriscono l’inverno, quando gli edifici restano imbiancati da una leggera spolverata di neve e le code per le attrazioni principali sono più brevi.
Però… molti parigini ad agosto abbandonano le strade afose per le fresche brezze della costa, rendendo l’esperienza di una visita a Parigi meno autentica; e le gelide temperature serali d’inverno non favoriscono certo le passeggiate romantiche!

visitare-parigi-autunno-natale

In nostra opinione, primavera e autunno sono le stagioni migliori per visitare Parigi. A primavera il clima è mite e secco, e i giardini esplodono letteralmente di coloratissime fioriture; in autunno i colori dorati degli innumerevoli parchi della città rendono l’atmosfera incantata. Inoltre meno folla significa più relax, meno code per le attrazioni e meno tempo perso. Noi ad esempio abbiamo visitato Parigi a novembre, e oltre alle prime luminarie natalizie, abbiamo trovato i voli più economici dell’anno!

6. Come muoversi

La metropolitana di Parigi è un mezzo di trasporto impeccabile: capillare, efficiente, pulita e sicura. Il pass di Paris Visite è il modo più semplice per spostarsi per una settimana: basta che selezioni il biglietto migliore per te in base alle zone con cui viaggerai. Troverai chiusa la metro solo tra le 1.15 e le 5.30 nei giorni feriali, quindi se hai in programma una notte di follie sotto le luci scintillanti della città, assicurati che ci sia un altro mezzo di trasporto per tornare al tuo alloggio! Il bus notturno Noctilien, ad esempio, è in funzione tra le 00.30 e le 5.30 del mattino.

PARIGI METROpolitana notte

Ma una delle cose più belle da fare a Parigi resta sempre passeggiare per le strade acciottolate senza meta. Abbandonati alla magia di Parigi, e potresti trovare localini tipici e poco frequentati, piccole boutique in cui fare acquisti sfiziosi o golose pasticcerie dove assaggiare i migliori dolci francesi! Se vuoi assaggiare una vera specialità francese spendendo poco, leggi l’articolo Dove mangiare a… Parigi: Creperie Beaubourg.

pagrigi locali aperitivo

7. Il clima

Parigi ha stagioni molto diverse, quindi dovrai pianificare attentamente la lista per preparare il bagaglio in base al periodo dell’anno che sceglierai. In inverno le temperature possono scendere sotto lo zero durante la notte, con neve e pioggia frequente. In estate la colonnina di mercurio tende a raggiungere temperature di circa 25° C, anche se l’umidità estiva può farle percepire molto più alte, anche sopra i 30°C!

8. Salire sulla Torre Eiffel

E’ una di quelle cose che va fatta almeno una volta nella vita, anche se le code sono notoriamente lunghe. Pre-acquista qui i biglietti (il costo è di 25€ se vuoi usufruire dell’ascensore fino in cima, ma se sei disposto a fare le scale puoi pagare solo 10€) e risparmierai parecchio tempo.

Come abbiamo già raccontato nell’articolo Vedere Parigi in un weekend… o anche meno!, se hai già fatto questa “visita obbligatoria” è il momento di vedere un panorama su Parigi straordinario, che include anche la Torre Eiffel: sali sulla terrazza panoramica della Tour Montparnasse, e troverai anche molta meno folla!

9. Acqua (frizzante) per tutti!

L’acqua in tutta la Francia è potabile. Ma perché accontentarsi di noiosa acqua naturale, quando potresti riempire la tua bottiglia di bollicine in una delle fontane di acqua gassata distribuite in tutta la città? Le prime sono state installate qualche anno fa, ma recentemente il progetto è stato ampliato, con l’obiettivo di installare una fontana di acqua frizzante in ogni arrondissement. Fantastico, vero? Puoi vedere una mappa di tutte le fontanelle della città qui.

10. L’abbigliamento

visitare-parigi-outfit

E’ vero che in viaggio, prima di tutto, bisogna essere comodi. Ma non dimenticare che Parigi è sempre la città più chic del mondo! Nessuno ovviamente ti guarderà male se non sarai vestito alla moda, ma avere un occhio per l’abbigliamento ti renderà più facile confonderti con la gente del posto. Ti sentirai molto più parigino e a tuo agio sorseggiando un bicchiere di Bordeaux in camicia bianca, piuttosto che con una t-shirt sportiva! Scegli capi classici e di buon gusto e completa l’outfit con qualche accessorio come una sciarpa colorata o una borsa in pelle. Camminerai moltissimo a Parigi, quindi una scarpa confortevole è d’obbligo, ma… che sia anche raffinata! Evita le scarpe con cui fai jogging a casa, e scegli un paio di mocassini, sneakers o stivali.

parigi romantica viaggiatori per caso

Parigi è meravigliosa, e lo diventa ancora di più se visitata in coppia. Noi abbiamo vissuto momenti indimenticabili nella capitale francese, e dopo aver letto questi 10 consigli, siamo sicuri che anche tu tornerai dal tuo viaggio parigino cantando Paris, Je t’aime!

Voglio seguirvi! Mi iscrivo alla newsletter

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

25 thoughts on “Non visitare Parigi senza aver letto questi consigli”

  1. Io sono stata a Parigi molti anni fa, e adesso ci vorrei ritornare con mio marito.
    Grazie degli ottimi consigli, molto pratici proprio come piace a me!

  2. Bellissimo articolo, guida davvero utile! Avete messo assieme i consigli migliori.. non sapevo delle fontane di acqua gassata davvero un’idea originale !

  3. sono andata a Parigi proprio in questo periodo taaanti anni fa ma con mia sorella, niente di romantico purtroppo. Ho letto con interesse il tuo articolo perchè vorrei tornarci almeno per un week end e sinceramente molte cose le ho dimenticate

  4. Io non sono ancora stata a Parigi (e me ne vergogno profondamente!), tuttavia voglio assolutamente correre ai ripari quanto prima e andare a scoprire questa magica città! Farò tesoro dei vostri consigli! 🙂

    1. C’è sempre una prima volta per tutto… Anzi a volte visitare alcune destinazioni da molto giovani non permette di godere appieno. Meglio aspettare qualche anno e apprezzarle al 100%!

  5. Quando si parte per una meta nuova, per una città nuova che non si conosce è bene informarsi in rete per poter captare consigli e suggerimenti. Parigi è una meta molto gettonata.
    Buona serata

  6. è da un po’ che penso che sia arrivato il tempo di dare una seconda possibilità a Parigi… La mia prima esperienza è stata abbastanza colma di quei luoghi comuni che si sentono su Parigi e i parigini, come la loro saccenza e scortesia (considera che parlo Francese molto bene eppure un barista ha finto di non capire quando gli ho chiesto un cappuccino invece di café au lait… se sei un barista nel centro di Parigi, non ci credo che tu non capisca la parola “cappuccino”). E poi l’ho trovata molto sporca non appena un passo fuori dal centro. E, ultima critica e poi la smetto, è una città in cui se non puoi spendere almeno 60 euro a note è impossibile trovare una camera con standard accettabili di pulizia (proprio come Londra). Ma ho deciso che è tempo di cambiare idea 🙂 (anche perchè amo follemente tutto il resto della Francia, in particolare il sud)

  7. Amo Parigi!ci sono stata due volte da ragazzina e vorrei tornarci presto,senza stress da turista con calma per godermi proprio la città e tutte le sue bellezze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *