Cosa fare a Pechino… e cosa non fare!
DESTINAZIONI ASIA CINA

Cosa fare a Pechino… e cosa non fare!

L’ultima tappa di uno dei viaggi più emozionanti in assoluto tra tutti quelli che abbiamo fatto, quello in Cina, è stata Pechino. In questa metropoli sono ben sette i siti Patrimonio Mondiale dell’UNESCO: una quantità invidiabile di storia e cultura, tutta da vedere! Ma non solo: anche la cucina, a partire dalla celebre Anatra alla Pechinese, è così varia, gustosa e golosa che è praticamente impossibile dire di aver mangiato male a Pechino. La capitale della Cina è un tesoro da scoprire per chiunque voglia visitarla, ma è anche caotica e davvero immensa! Senza contare lo smog, la popolazione di 21 milioni di persone e la quantità infinita di attrazioni e di cose da vedere. Qualcuno potrebbe restare intimorito: ecco quindi 5 consigli per goderti al meglio la tua visita a Beijing!

bellissima-cina

1. Non visitare la Città Proibita al pomeriggio, soprattutto in un giorno festivo!

Per visitare la Città Proibita occorrono alcune ore, quindi dovrai considerare di avere a disposizione circa mezza giornata di tempo. Ma se puoi scegliere, preferisci la mattina: questo enorme complesso monumentale è una delle attrazioni più visitate dell’intera Cina, ed è preso d’assalto a ogni ora da migliaia di turisti, soprattutto cinesi. Il volume di visitatori aumenta in particolar modo se la visiti ad agosto o durante una festa nazionale, e le code per l’ingresso sono sempre proporzionate: significa che possono diventare incredibilmente lunghe! Le vendite di biglietti sono limitate a 80.000 al giorno, numero che sembra enorme anche per la Cina… immagina quanta può essere la folla all’interno!

La maggior parte di questi biglietti viene venduta dopo mezzogiorno, ecco perchè è meglio cercare di essere all’ingresso per l’orario d’apertura (08.30). Per raggiungere la Città Proibita prendi la metro e scendi alla fermata Tienanmen: poi ti basterà seguire la folla, che anche prima dell’apertura sarà tanta. Ricordati che per entrare occorre il passaporto. Dopo aver fatto i controlli ed essere arrivati all’ultimo gate, puoi andare ai botteghini per comprare il biglietto, che verrà associato al tuo documento.

pechino-citta-proibita-tantissima-gente

2. Non visitare la Grande Muraglia a Badaling

Quella di Badaling è sicuramente la zona della Grande Muraglia meglio restaurata, ma essendo la sezione più vicina a Pechino (circa 90 minuti d’auto), attira anche la più grande quantità di visitatori. Ti ritroverai a camminare in mezzo ad una grande folla, e sarà impossibile farti una foto che non contenga altre centinaia di turisti che stanno facendosi un selfie assieme a te!

Scegli piuttosto di visitare una sezione della Grande Muraglia più lontana, a Simatai, che si trova a 120 chilometri a nord-est della città. Questa parte è solo parzialmente restaurata, ma vedere queste mura in condizioni originali ha sicuramente un effetto più evocativo ed emozionante, che meglio rappresentano la lunga storia della Grande Muraglia Cinese. Simatai, inoltre, è l’unica sezione aperta alle visite notturne. Inoltre per i più sportivi c’è anche la possibilità di fare una camminata di circa 10 km fino alla sezione di Jinshanling. Se invece hai voglia di un pochino più d’avventura, puoi visitare una sezione della Muraglia non restaurata in totale solitudine: leggi in questo articolo come fare!

grande-muraglia-cinese-da-sola

3. Non perderti la vecchia Pechino

Vent’anni fa le strade di Pechino erano affollate da migliaia di biciclette. Oggi il sistema metropolitano della città si sta estendendo ad una velocità impressionante fino a molti nuovi, sconfinati sobborghi. Contemporaneamente l’utilizzo di auto e motorini è cresciuto in modo esponenziale, facendo via via sparire le biciclette dalle strade cinesi. Allo stesso tempo ora i consumatori cinesi sono diventati i primi acquirenti dei prodotti del Paese, e rappresentano il 15% di tutte le vendite di beni di lusso. Per questo con il passare degli anni laboratori e negozi tradizionali sono diventati, purtroppo, sempre più difficili da trovare. In ogni caso a Pechino non troverai solo centri commerciali eleganti e grattacieli: le testimonianze dei tempi passati sono ancora lì, devi solo avere la pazienza di… cercarle!

Allora, è arrivato il momento di perderti in un hutong (che significa “vicolo”): si tratta di un quartiere tradizionale, di cui purtroppo la cui maggior parte è stata rasa al suolo prima delle Olimpiadi di Pechino 2008. Esistono però ancora alcuni angoli di Pechino dove trovare quelle che erano le forme di alloggio più comuni in Cina. Se puoi dedica qualche ora a riscoprire questo modo di vivere tradizionale che, ormai, è diventato raro!

hutong-pechino

4. Non cercare di vedere tutta Pechino se hai solo pochi giorni

Pechino, oltre ad essere una metropoli enorme, è piena zeppa di templi, ristoranti, musei, hutong, parchi e siti storici. Cercare di vedere tutto in soli 2 o 3 giorni, o peggio ancora nelle 10 ore di uno scalo, significherebbe non vedere nulla! Cerca piuttosto di selezionare ed organizzare al meglio le tue visite. Studia la geografia della città, e prepara un tour verificando quali attrazioni sono vicine l’una all’altra, in modo da non passare ore in metropolitana per raggiungere un museo che si trova a chilometri di distanza da dove andrai a cena.

Il modo migliore è organizzarsi per quartiere: ad esempio puoi vedere Piazza Tiananmen e la Città Proibita in un giorno, come abbiamo fatto noi; ma ti consigliamo di non trascurare le attrazioni minori di Pechino come il Tempio del Cielo e il Palazzo d’Estate, a cui forse vale la pena dedicare del tempo, più che a quelle super conosciute. Pechino inoltre ha centinaia di musei dedicati praticamente… a tutto, dai parrucchieri alle angurie, che ti daranno una prospettiva decisamente diversa della città. Visitane almeno uno! E se il tempo lo permette, trascorri un po’ di tempo negli spazi verdi della città, dove vedrai davvero da vicino la vita quotidiana cinese. Qui puoi vedere gente fare tai chi, gruppi di donne che praticano passi di danza e uomini che giocano a dama. Non perderteli!

tempio-del-cielo

5. Non tentare di prendere la metropolitana nelle ore di punta!

A Pechino prendono la metropolitana più di 10 milioni di persone ogni giorno, e ad ogni ingresso occorre passare i controlli per la sicurezza. Penso che basti questo per farti capire il volume di gente che si sposta su queste carrozze negli orari di punta! In tutti gli altri orari la metropolitana, soprattutto la sera, è il modo migliore di spostarsi per la città: è economica, veloce, pulitissima ed estesa in modo capillare. Oltretutto, sono costantemente in costruzione nuove linee. Ma se vuoi valutare mezzi di trasporto alternativi, che sia solo per arrivare all’aeroporto, non ti resta che leggere l’articolo Trasporti cinesi: organizzazione e tecnologia!

Sono Nicoletta, travel blogger e web content editor di Viaggiatori per Caso. Parto appena posso: per riscoprire la mia capacità di stupirmi, per imparare a sorridere davanti alle bellezza delle cose semplici, per apprezzare l’essenzialità, e per scoprire che non c’è posto al mondo che non meriti di essere visto!

22 thoughts on “Cosa fare a Pechino… e cosa non fare!”

  1. Secondo me bisogna fare tesoro del tuo consiglio sulla Grande Muraglia Cinese. Spostarsi un po’ riserva delle sorprese come le montagne verdissimi della foto, senza gente attorno per godersi davvero il momento in completa tranquillità. Ed anche esplorare la città alla ricerca delle vecchie case, sicuramente lo seguirei!

  2. Articolo molto interessante anche perché ho in programma un viaggio in Cina. Seguirò i tuoi consigli, ma il problema importante di internet, che non funziona, è risolvibile?

    1. In realtà internet in quanto rete funziona benissimo, l’unico problema è Per alcuni siti come Facebook che purtroppo sono censurati. Ma per il resto non ci sono problemi

  3. Andare in Cina é il mio sogno nel casseto (per il quale sto risparmiando un pò tutti i mesi per poterci andare) leggendo il tuo post mi é risalita la motivazione.

  4. Mi piacerebbe tantissimo visitare Pechino….non so quando ma prima o poi devo riuscirci…. mi saranno preziosi i tuoi consigli

    1. allora il mio primo consiglio è quello di non rinunciare a questo sogno perché sarà uno dei ricordi più belli della tua vita! Spero riuscirai a partire presto!

  5. Grazie mille per il tuo articolo, è davvero molto utile per tutti coloro che intendono visitare questa meravigliosa città.

  6. Pechino, ma diciamo l’accoppiata Cina/Giappone è una delle papabili mete del mio viaggio di nozze. Trovo affascinante tutto il mondo Orientale, in particolar modo la Cina nella mia mente è sempre una Nazione divisa in maniera estrema tra la tradizione e l’avanguardia tecnologica, strutturale e via dicendo. Grazie per la tua guida, ne farò senz’altro tesoro.

  7. Suggerimenti assolutamente validi. Sono d’accordo con te su tutti i punti, in particolare sulla sezione della muraglia da evitare e sugli orari in cui prendere la metro.
    Visitare la sezione di Badaling è più un pellegrinaggio che un’escursione, c’è davvero troppa gente.
    Per quanto riguarda prendere la metro nelle ore di punta, è un problema che si riscontra in molte città cinesi, a quell’orario è meglio andare a piedi, perché davvero non ci si muove.

Lascia un commento